La federazione maliana sostiene Camara (Monaco), che aveva nascosto il logo della lotta contro l'omofobia



La Federcalcio maliana “sostiene Mohamed Camara nell’esercizio della sua libertà di espressione”, ha annunciato in un comunicato stampa pubblicato questo mercoledì. Domenica, durante l'ultima giornata del campionato francese, il centrocampista dell'AS Monaco aveva nascosto a Nantes (4-0) il logo contro l'omofobia affollato sulla sua maglia e indossato da tutti i giocatori, allenatori e arbitri, nell'ambito di una campagna di lotta contro l'omofobia. discriminazione guidata dalla Professional Football League (LFP).

“I giocatori sono cittadini come tutti gli altri i cui diritti fondamentali devono essere tutelati in ogni circostanza”prosegue la federazione maliana, mentre Mohamed Camara ha già ricevuto il sostegno di personalità e connazionali sui social network, in nome del rispetto delle convinzioni personali e religiose.

Il ministro francese dello Sport Amélie Oudéa-Castéra ha denunciato a “comportamento inaccettabile” et richiesta “le sanzioni più forti” contro il giocatore e la sua società. In Mali, in nome dei valori religiosi e tradizionali, l'omosessualità non è tollerata, anche se non sono in vigore sanzioni penali.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *