La FFA rinvia la sua selezione per le Olimpiadi a causa di potenziali violazioni dei suoi obblighi di localizzare il maratoneta Mehdi Frère



Con il suo 2h05'41'' ottenuto lo scorso dicembre a Valencia (Spagna), Mehdi Frère pensava di aver fatto la parte più difficile per partecipare alle Olimpiadi di Parigi nella maratona. Primo francese in lista dal 30 gennaio, era stato preselezionato dalla Federazione francese di atletica leggera (con Nicolas Navarro) affinché possa già preparare con calma l'incontro di Parigi.

Tranne che pochi giorni prima del primo annuncio della selezione che doveva arrivare “dal 14 maggio” Martedì scorso, il francese è stato sorpreso dalle informazioni antidoping rivelate dal sito Spe15indicando che era soggetto a tre violazioni dei suoi obblighi di localizzazione.

Il rischio di una sospensione di due anni

Per essere più precisi e secondo le nostre informazioni, l'atleta ci ha confermato che effettivamente rischiava una terza violazione (che può portare fino a 2 anni di sospensione) ma che quest'ultima era solo supposta, vale a dire che – si è osservato – ma che tutta la parte della difesa non è stata ancora adottata e quindi non sono state ancora notificate le tre violazioni nell'arco di 12 mesi che potrebbero portare alla sospensione.

Per ogni fallimento, infatti, l'atleta ha diritto a 15 giorni per spiegare le ragioni del suo errore. Ciò che il Fratello ha fatto in questi ultimi giorni. “Non ha voluto mancare nessun controllo e sono stati effettuati, non si è sottratto a nessun antidopingci racconta il suo avvocato, Maître Laurent Fellous. Ciò di cui è accusato in questa fase è una potenziale terza violazione notificata dall'AIU. Ha l'opportunità di fare commenti, cosa che ha fatto. »

Come promemoria, per essere aggiunto a un gruppo target è necessario che un atleta fornisca una fascia oraria di 1 ora ogni giorno per consentire i test (intervallo tra le 6:00 – 5:00 per i volontari – e le 23:00). Da lì l'atleta dovrà inserire le proprie posizioni nel software ADAMS, se non vengono trasmesse o se sono errate o incomplete si potrebbe segnalare un errore; Anche l'assenza durante un'ispezione – più comunemente chiamata « no-show » – rientra tra queste potenziali violazioni.

Ritardi sui cambiamenti di posizione

Per quanto riguarda il Fratello, le prime due mancanze erano, secondo lui, due “ritardi nella modifica delle informazioni sulla posizione”. La prima riguarderebbe la localizzazione dell'atleta che non avrebbe indicato con sufficiente anticipo di correre la mezza maratona di Napoli (26 febbraio 2023), mentre era contestualmente iscritto con mezza settimana di ritardo a quella di Parigi. “Ho informato correttamente la mia partecipazione sulla domanda (ADAMS) in quel momento ho preso la mia decisione ma loro pensavano che non l'avessi fatto abbastanza presto »lui spiega.

Analoga la seconda violazione, con località indicata nei pressi di Font-Romeu, mentre il francese era in allenamento con la nazionale nei pressi di Saint-Jean-de-Monts, prima di volare con la squadra francese ai Mondiali su strada di Riga (1° ottobre). , 2023). “Mi controllavano ogni volta, sia a Napoli che a Riga”insiste, mentre quest'ultimo non ha voluto commentare la terza violazione, che è ancora allo studio.

“Il principio della presunzione di innocenza è molto importanteestende il legale del maratoneta. Questa è solo una procedura di localizzazione e non è prevista l'assunzione di prodotti dopanti. Non c'è desiderio di eludere i propri obblighi. »

READ  Corentin Moutet incontrerà Novak Djokovic dopo la sua vittoria al primo turno

Tuttavia, riguardo a queste informazioni, la FFA, informata dalle autorità antidoping, ha deciso di rinviare l'annuncio di una prima parte della sua selezione per le Olimpiadi di Parigi, che avrebbero dovuto svolgersi martedì 14 maggio. “Siamo stati informati che era stata aperta una procedura nei confronti di un atleta maschio selezionabile, si è deciso, in accordo con la CCSO, di rinviare la selezione maschile a data da destinarsi” indica il comunicato stampa.

Da parte sua, il Fratello, che secondo le nostre informazioni è stato testato 15 volte da febbraio 2023 (risultati sempre negativi) spera ancora di essere lì a Parigi. “Vado in stage in località identificate, sia in Kenya che a Font-Romeuci ha detto. Mi accusano di mancanze, forse sono stato negligente perché dovrei conoscere le regole e applicarle perfettamente. Ma la fortuna esiste, mi trovo ancora su Strava (app per attività sportive). Dovrei conoscere le regole e seguirle. Ma insisto sul fatto che non è stata ancora avviata alcuna procedura. »

Come indicato nel suo comunicato stampa, la FFA si dà il tempo « di prendere la migliore decisione possibile » in vista della selezione maschile mentre quella femminile verrà svelata mercoledì con, ovviamente, Mekdes Woldu, Mélody Julien e Méline Rollin . Per quanto riguarda gli uomini, in caso di disaffezione di Brother, secondo le nostre informazioni, sarà Felix Bour ad ereditare l'ultimo biglietto, essendo quest'ultimo il francese meglio piazzato dietro al trio Amdouni – Navarro – Brother.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *