La Formula E torna a Shanghai per due round decisivi



Mancano sei gare di Formula E alla fine di questa stagione 10, ed è a Shanghai che questo fine settimana verrà lanciato lo sprint finale con due round sabato e domenica (inizio alle 9 in diretta sul canale The Team). Sono passati quattro anni dall'ultima volta che il Campionato è arrivato in Cina, culla della disciplina, da quando la prima gara, nel 2014, si è svolta a Pechino.

A Shanghai è la prima volta per la FE, ed è proprio sul circuito internazionale, che ospita anche la F1, che si disputeranno le due gare. Il percorso, lungo 3.051 km, è una versione ridotta del circuito tradizionale, e si preannuncia veloce e spettacolare.

Operazione rimontata per DS e Jean-Éric Vergne

In Campionato, dopo dieci gare, i distacchi cominciano a crearsi e 38 punti separano i primi quattro: Nick Cassidy (Jaguar) guida la classifica dopo il suo trionfo a Berlinocon 140 punti, seguito da Pascal Wehrlein (Porsche), 124 punti, Oliver Rowland (Nissan), 118 punti e Jake Dennis (Andretti), 102 punti.

Per il team DS, 4° nel Campionato (127 punti) e il cui miglior rappresentante è Jean-Éric Vergne, 6° con 84 punti, l'obiettivo è restare in contatto con i migliori. “Shanghai rappresenta una nuova sfidaha affermato Eugenio Franzetti, direttore di DS Performance. Questa è una nuova strada in cui sappiamo che la gestione energetica sarà fondamentale per il risultato finale. Tutta la squadra ha lavorato molto per preparare questa doppia gara e daremo tutto per conquistare nuovi punti. Vogliamo più che mai continuare la nostra scalata verso il podio del Campionato, sia nella classifica piloti che in quella costruttori. »

READ  Kazuyoshi Miura (57) lascia il Portogallo e continua la sua carriera in Giappone



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *