La Francia non trema contro l’Iran nella Società delle Nazioni



Il cammino dei Blues in Nations League dovrebbe proseguire ben oltre il weekend di Manila, a conclusione della stagione regolare. Dopo il passo falso contro la Germania giovedì mattina (1-3: 23-25, 27-25, 20-25, 23-25), i francesi si sono rifatti venerdì in apertura di programma. Di fronte all’Iran, penultimo in classifica, i ragazzi di coach Andrea Giani hanno vinto in tre set (3-0: 25-21, 25-17, 25-20) e siglato la settima vittoria in dieci incontri.

Questo dà loro sei punti di vantaggio su Cuba, nono e primo non qualificato, con due partite ancora da giocare contro il Giappone sabato e il Brasile domenica. Jean Patry e i suoi sono quindi quasi qualificati per Lodz (Polonia), dove dal 27 al 30 giugno si svolgerà la fase finale a otto squadre della Nations League. Dopo un primo set serrato (19-19), gli azzurri partono sulla scia di Patry.

Gli Azzurri risalgono al 4° posto

Il puntato ha chiuso con 16 punti sul cronometro (13/24 in attacco), supportato dalla coppia ricevitori-attaccanti Trévor Clévenot (12 punti, 11/16 in attacco) e Yacine Louati (9 punti di cui 2 muri e 1 ace). . La Francia giocava ancora senza Earvin Ngapeth, presente nonostante tutto con i compagni nelle Filippine, e Bartolomeo Cina (ha soggiornato in Francia per curare il dolore al ginocchio).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *