La rivincita tra Tyson Fury e Alexander Usyk avverrà davvero?



Come è consuetudine per questi combattimenti evento, l'idea di una rivincita viene presa in considerazione quando viene contratta la prima partita. Pertanto, poiché Tyson Fury e Alexandre Usyk si erano accordati per affrontarsi questo sabato a Riad (Arabia Saudita), il piano per la rivincita era stato elaborato e le date del 12 o 13 ottobre erano state addirittura fissate. Ma tutti sanno che un contratto, anche se firmato, può essere annullato.

In una conferenza stampa, dopo la terribile lotta che hanno combattuto e che hanno visto l'ucraino vince ai punti dopo dodici turni, i due pugili non erano proprio nello stato d'animo di rifarlo. “ Non so cosa succederà », evacuato Usyk (37 anni). Tyson Fury era più prolisso ma non molto più entusiasta. Dopo aver subito colpi come questo probabilmente non gli erano mai capitati, il “Re Zingaro” ha insistito sulla motivazione necessaria per intraprendere un simile progetto.

“Penso che farei un po’ di più, con una guardia più stretta, un po’ più concentrato e scherzando un po’ meno”

Tyson Fury parla della possibile rivincita contro Alexander Usyk

« Ho appena finito un combattimento e non voglio pensarne un altro. Mi alleno da sette mesi. Vado a casa prima di fare il punto. Se ci sarà un'altra battaglia presto, a ottobre o dopo, vedremo. Non boxo perché non ho soldi. Faccio boxe perché mi piace « , Lui ha spiegato. L’estroso inglese che sa anche essere serio ha parlato anche della sua età e della durezza dei combattimenti: “ Tra pochi mesi compirò 36 anni e pratico la boxe da quando ero ragazzino. Dove finisce tutto? Dopo cento litigi, danni cerebrali e una sedia a rotelle? Non sono sicuro. Ma una cosa è certa, amo ancora la boxe. Quindi continuerò. Quando non potrò più farlo, farò le valigie « . E se dovesse ritrovare colui che gli ha inflitto la prima sconfitta, sa che dovrebbe sforzarsi di lavorare ancora più duramente: “ In una rivincita con Usyk, non so cosa succederebbe. Penso che farei un po’ di più, manterrei una guardia più stretta, sarei un po’ più concentrato e farei un po’ di confusione, perché mi stavo divertendo. Stavo giocando. »

READ  Dallas vince senza tremare contro i Clippers



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *