La Transat: la flotta è partita, il miglior inizio per Meilhat



Ci è voluto un primo per tagliare la linea fittizia della Transat, alle 13:30 al largo di Lorient. Charlie Dalin, svezzato dalle competizioni per sei mesi e il suo problema medico che lo ha privato della Transat Jacques-Vabre, era quasi quello giusto, ma ha dovuto scioccarsi all'ultimo minuto per evitare di essere penalizzato. Di cui Paul Meilhat ha approfittato appieno…

Davanti alla prua una settimana di regate, o poco più, per il più veloce dei monoscafi foiling, per raggiungere New York, più precisamente una linea 220 miglia prima, per preservare l'habitat delle balene, e scrivere il loro nome alla madre di tutte sedie a sdraio, che originariamente partivano da Plymouth. Un episodio che permetterà di valutare l'evoluzione della marina agonistica: nel 1960 Francis Chichester, davanti a quattro concorrenti, a bordo del suo piccolo Gipsy Moth impiegò sessanta giorni per attraversare…

Il Transat non è il Rhum, che naviga grazie agli alisei vivaci. Ci costringe ad affrontare depressioni e venti contrari, anche se quest'anno il clima si preannuncia piuttosto mite. Un altro vincolo ostacolerà il progresso di un certo numero di concorrenti – come Charlie Dalin -, che dovranno convalidare la loro qualificazione alla Vendée Globe di novembre attraverso un processo complesso di partenze e miglia coperte.

READ  Il Chelsea, vincitore a Brighton, supera il Newcastle, sconfitto dal Manchester United all'Old Trafford

Ciò potrebbe dare un po' più di margine a Jérémie Beyou, ad esempio, o Yoann Richomme – anche se la sua barca preferisce i venti sottovento – o anche a Nicolas Lunven, Samantha Davies, Justine Mettraux, Sébastien Simon o Louis Burton. Altri, come Thomas Rettant o Sam Goodchild, hanno scelto di prenotarsi per la regata transatlantica della Vandea di New York a fine maggio. Successivamente, tutti torneranno al lavoro per l’estate prima del grande incontro globale in inverno.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *