L'amministratore della NASA ritiene che la Cina stia sviluppando un programma militare nello spazio


Durante un'udienza davanti alla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, Bill Nelson, amministratore della NASA, ha fatto un'uscita davvero notevole. Ha dichiarato di essere convinto che il programma spaziale cinese sia in realtà un programma militare. Esistono prove per queste affermazioni?

Un programma spaziale apparentemente civile

Alla guida della NASA per tre anni, Bill Nelson intervenuto durante una recente udienza nella Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. Mentre il funzionario intendeva richiedere fondi alla commissione per gli stanziamenti della Camera, ha poi affermato che il presunto programma spaziale civile della Cina era in realtà un programma militare. Queste le parole di Bill Nelson, riportate dal quotidiano britannico Il guardiano il 18 aprile 2024, sono stati quindi utilizzati per sostenere la sua richiesta. Va detto che ha richiesto ben 25,384 miliardi di dollari per l'anno 2025, che rappresentano però un leggero calo rispetto alle somme stanziate nel 2023 e nel 2024. Bill Nelson ha poi proseguito il suo ragionamento spiegando che la Cina aveva fatto progressi straordinarisoprattutto nell’ultimo decennio con un potenziale vantaggio sugli Stati Uniti.

Si scopre che l'amministratore della NASA ha insistito segretezza del programma spaziale cinese. Tuttavia, non ha fornito alcuna prova concreta che questo programma sia di natura militare. Inoltre, questo non è il primo tentativo di Bill Nelson. Nel 2021, poco dopo la sua nomina a quattordicesimo amministratore della Nasa, aveva già menzionato la Cina, anche alla Commissione Stanziamenti della Camera. Le critiche questa volta hanno riguardato le capacità di furto cinesi e la loro minaccia nel campo della sicurezza informatica. Ancora nel 2021 durante a intervista per il quotidiano tedesco BildBill Nelson ha anche dichiarato che la Cina sta alimentando il progetto di occupare la Luna per appropriarsene.

READ  SpaceX spingerà i limiti durante il terzo volo di prova della Starship
I campioni cinesi sono rivolti verso la luna
Un'illustrazione del lander lunare cinese Chang'e 3 sulla superficie della Luna.
Crediti: CNSA/CLEP

L’amministratore della NASA nutre rancore nei confronti della Cina?

All'epoca, il Ministero degli Affari Esteri cinese aveva reagito con un comunicato stampa, denunciando a “campagna diffamatoria contro gli sforzi della Cina nello spazio”. Il ministero è stato fermo nella sua opposizione alle critiche di Bill Nelson. Tuttavia, quest'ultimo ha menzionò nuovamente la Luna nell’udienza dell’aprile 2024, affermando che la NASA dovrebbe recarsi lì per prima per utilizzare i risultati della sua ricerca per scopi pacifici.

In assenza di prova formale delle intenzioni militari Compagnie cinesi nello spazio, è del tutto possibile mettere in discussione l'atteggiamento di Bill Nelson. L'amministratore della NASA ha un problema personale con la Cina? È davvero preoccupato per i progressi compiuti nel campo spaziale da questo Paese? Queste affermazioni si stanno semplicemente riversando sul terreno geopolitico?

In ogni caso, questa è la questione potrebbe rilanciare la discussione attorno ad una domanda particolare: gli Stati Uniti e la Cina saranno in grado di cooperare nello spazio ? Ricordiamoci però che anche la Cina spera iniziare l’esplorazione umana dello spazio profondo e che esiste un accordo con la Russia che prevede la realizzazione di un base di ricerca lunare.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *