Laszlo Bölöni furioso con gli arbitraggi dopo Metz-Rennes: “Questi giudizi non passerebbero nel campionato regionale”



Battuto in casa dal Rennes (3-2) sabato, l'FC Metz, ora a tre punti dal Le Havre, ha compiuto un'operazione pessima nella corsa al mantenimento. Di fronte ai bretoni, i Grenats crollano nel recupero della partita, in cui Arnaud Kalimuendo regala la vittoria agli ospiti prima che Georges Mikautadze venga espulso.

Dopo l'incontro, i Messin non hanno nascosto la loro frustrazione nei confronti dell'arbitraggio. “Penso che se Georges prende un cartellino rosso lì, in ogni partita di Ligue 1 ci saranno cartellini rossi ogni fine settimana. Ci siamo sentiti un po’ danneggiati a livello arbitrale”ha inveito Christophe Hérelle al microfono dell'emittente Prime Video.

“Quando qualcuno è cieco…”

I Messins hanno sottolineato anche il contestato rigore concesso ai bretoni e trasformato da Benjamin Bourigeaud al 72' di gioco. “Questo contatto esiste diecimila volte in una partita. L'arbitro fischia rigore. Per me non c’è mai un rigore”ha rilasciato Ismaël Traoré su Prime Video.

In una conferenza stampa, Laszlo Bölöni non ha usato mezzi termini: “Non so se urlare, piangere, ridere. Non posso commentare. Sono davvero pronto a parlarti e a dire quello che sento, quello che ho nel cuore? Perché se lo faccio compro subito il biglietto per andare in commissione disciplinare”. “Questi giudizi non passerebbero nemmeno nel campionato regionale. Non è facile arbitrare e di solito quando giudicano è comprensibile. Ma quando qualcuno è cieco, e non mi riferisco a nessuno, prende un bastoncino bianco. Se abbiamo il VAR, usatelo! »ha aggiunto il tecnico rumeno.

READ  Sam Bennett si ripete e vince in volata la 3a tappa dei Quattro Giorni di Dunkerque



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *