L'attrazione Valentin Rossi, iscritto alla 24 Ore di Le Mans con la BMW in LMGT3



Valentino Rossi sa cosa aspettarsi. Attrazione popolare di queste 24 Ore, il nove volte campione del mondo di motociclismo conosce l'accoglienza che riceverà domani durante la parata dei piloti organizzata nel centro della città di Le Mans. “Ho già sperimentato accoglienze febbrili ai GP di motociclismo, in particolare in Indonesiaricorda l'italiano, ma immagino che sarà qualcosa di speciale. Spero solo di uscirne vivo! »

Le auguriamo già un esito meno doloroso di quello di questa signora che, dopo aver preso un colpo alla schiena, è uscita tremante dalla coda interminabile che si era formata davanti allo stand della BMW n. 46 martedì pomeriggio, durante la sessione degli autografi.

Rossi non va verso l'ignoto neanche in pista. Vincitore per tre volte del GP di Francia sul circuito Bugatti (2002, 2005, 2008), conosce bene il luogo. E anche il grande circuito della Sarthe non gli è estraneo poiché l'anno scorso vi ha gareggiato in una corsa Road to Le Mans di un'ora al volante di una BMW M4, con in palio la vittoria nella categoria GT3. Un'auto che ritrova anche quest'anno, ma questa volta nella cornice XXL della 24 Ore.

READ  Luis Enrique sul PSG dopo Mbappé: "Cercheremo di migliorare la rosa"

« La Bugatti ha sempre funzionato piuttosto bene per me in moto, ma questa è un'altra dimensione »

Valentino Rossi, pilota della BMW M4 n. 46

“Sono felice di essere qui perché quello era l’obiettivo che mi ero prefissato quando sono passato al motorsport alla fine del 2021ricorda il “Dottore”, che non può sperare molto meglio di una top 5 in GT3 domenica. Correre qui lo scorso anno mi ha permesso di familiarizzare con questo tracciato straordinario. La Bugatti ha sempre funzionato abbastanza bene per me su una moto, ma questa è un'altra dimensione. Con questi rettilinei infiniti, la pista grande non era quella che mi divertiva di più al simulatore ma nella vita reale è un'altra cosa, perché siamo sempre a tutto gas: andiamo a velocità pazzesche, con una media di 200 km/h sul giro, frenate violente e curve velocissime. Mi sto davvero divertendo molto. »

Rossi, che lo scorso anno ha già preso parte ad una gara della 24 Ore a Spa, questo fine settimana scoprirà la magia di Le Mans. E con esso sono servite tutte le trappole. “Cerco di trasmettergli la mia esperienzadice il suo compagno di squadra belga Maxime Martin, sette le partecipazioni alla 24 Ore. Valentino ha fatto grandi progressi nella gestione delle procedure e dei pericoli della gara. Non deve più preoccuparsi di un possibile errore e ora può concentrarsi sulla guida. La velocità c'è sempre stata. Pensiamo che abbia un dono naturale per la guida, che senta le cose. » A cominciare dal fervore sugli spalti, in parte alle spalle per tutto il fine settimana.

READ  Istruzione-First licenzia Andrea Piccolo, arrestato per trasporto di ormoni della crescita



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *