Laurent Labit (Stade Français): “Molti elementi contro di noi” nel tempo contro l’UBB



Laurent Labit (direttore del rugby Lo Stade Français, battuto dall’UBB nelle semifinali della Top 14) : “Tutti hanno visto le condizioni di gioco (la pioggia), non ci saremmo esposti. Abbiamo giocato con le qualità che sono le nostre. Abbiamo avuto un brutto inizio di partita, l’UBB ha preso il punteggio, soprattutto con la nostra indisciplina. Poi abbiamo reagito bene, purtroppo non abbiamo segnato su un’ottima azione offensiva – ne abbiamo fatte comunque poche – prima dell’intervallo quando ci sono stati ripetuti falli da cinque metri.

C’erano tanti elementi contro di noi, conoscevamo il terreno, conoscevamo i tifosi ma poi ne avevamo anche altri che non avevamo individuato all’inizio. Ed è stato un grosso problema per noi durante tutta la partita e soprattutto alla fine con la decisione molto difficile di non concedere una meta di rigore su un maul che finiva nell’area di meta. Quindi sì, elementi contrari ma siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto, con quasi tutto contro di noi. È difficile, è crudele, è il livello più alto. Servivano quattro semifinali per arrivarci, cercheremo di guadagnarci il diritto, la credibilità per avere la spinta per poter passare il turno e vincere queste partite.

« Da una partita all’altra è difficile far lavorare i giocatori, ci sono tante incomprensioni, decisioni difficili »

READ  La vicecampionessa olimpica dei 1500 metri Laura Muir presenta al Nikaïa di Nizza

(Sull’ultima decisione arbitrale) Ho visto la partita ieri sera (Tolosa-La Rochelle), sulla prima azione del Tolosa, a 5 metri da La Rochelle, l’esterno destro (Jack Nowell) ha preso un giallo al primo ingresso. A noi ce ne sono voluti sei alla fine del primo periodo, tre alla fine della partita per non vedere assegnata una meta di rigore ma per segnare in angolo e avere la trasformazione più difficile. È sempre lo stesso. Da una partita all’altra è difficile far lavorare i giocatori, ci sono tante incomprensioni, decisioni difficili. Anche se siamo consapevoli di aver regalato punti facilmente al Bordeaux. Non abbiamo segnato quando avremmo dovuto, con questa meta prima dell’intervallo, anche questi calci sbagliati che ci avrebbero permesso forse alla fine di vedere trasformato solo un rigore e non una meta per portare l’UBB ai supplementari. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *