l'azienda costruisce batterie giganti per alimentare la sua flotta di veicoli elettrici


In un decennio la Cina è diventata leader mondiale dei veicoli elettrici con vendite record in costante aumento. Tuttavia, sorge la questione di come alimentare tutti questi veicoli. Frutto della collaborazione tra lo Stato cinese e un'azienda svizzera, una batteria gigante è recentemente emersa dal suolo.

Un progetto che sfrutta la gravità

La Cina si è affermata in un decennio come il mercato più importante per l'industria auto elettriche a batteria (BEV). C'è da dire che le vendite sono davvero decollate, di passaggio da 10.000 unità nel 2012 a 4,4 milioni nel 2022. Anche se oggi nel Paese circolano circa 20 milioni di auto elettrificate, alimentare adeguatamente tutte queste macchine è diventato piuttosto problematico.

Per porre rimedio alla situazione, la Cina si è rivolta all'azienda svizzera Energy Vault nell'ambito del progetto Rudong EVx, come spiegato una pubblicazione ufficiale. Descritto come a Soluzione per lo stoccaggio e la distribuzione dell'energia elettrica per i veicoli elettrici, questo progetto si basa su un principio tanto semplice quanto ingegnoso.

La batteria gigante in questione qui contiene blocchi di cemento sollevati fino ad una certa altezza, quindi abbassati quando la rete richiede energia. Il movimento attiva generatori che convertire l'energia potenziale gravitazionale dei blocchi nell'energia elettrica. Quindi, questa stessa energia finisce nella rete on-demand. Secondo Energy Vault, Rudong EVx ha un capacità massima di stoccaggio pari a 100 MWhovvero l'equivalente della produzione media annua di trenta-cinquanta turbine eoliche.

batteria gigante cinese
Crediti: Energy Vault

Sforzi concreti da parte della Cina

Situata nel distretto di Rudong, nell'est del Paese, la batteria Rudong EVx è stata appena collegata alla rete statale cinese. Tuttavia, nel Paese si stanno installando altri sistemi dello stesso tipo, ad esempio capacità di stoccaggio totale stimata in 3,7 GWh. Una volta completate, queste apparecchiature renderanno la Cina il mercato di stoccaggio energetico più grande e in più rapida crescita al mondo.

READ  La foglia d'oro più sottile del mondo ha lo spessore di un solo atomo

Per diversi anni, la Cina investe sempre di più nelle energie sostenibili. Tra i progetti citiamo ad esempio questo fattoria solare a forma di panda gigante inaugurato nel 2017 o il costruzione della più grande turbina eolica del mondo nel 2023, con rotori da 260 metri di diametro. Tuttavia, anche la Cina è molto innovativa con Rudong EVx e questa soluzione di stoccaggio dell’elettricità. Inoltre, oltre ad essere modulari, queste infrastrutture lo sono costruito interamente utilizzando materiali di riciclo.

Nonostante questi sforzi, la Cina rimane ancora il paese più importante Paese che emette più CO2 con una quota del 32,9% a livello globale. Va detto che il Paese lo è ancora molto dipendente dal carbone, di cui è il primo produttore mondiale. Esiste anche una forte dipendenza dalle massicce esportazioni di beni in tutti gli angoli del mondo.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *