“Le eccezionali prestazioni difensive” dei Blues a Euro 2024 ispirano rispetto all’estero



I Blues di Didier Deschamps non hanno entusiasmato nessuno venerdì nei quarti di finale degli Europei, ma in Portogallo, battuto ai rigori, come in Spagna, prossimo avversario martedì, la loro potenza difensiva ispira rispetto.

Emozione in prima pagina sulla stampa portoghese. Documentazione ha scelto una foto dello sfortunato (« infeliz ») Cristiano Ronaldo sfocata, ma più trasparente come nella partita, e di Joao Félix, il cui tiro in porta è fallito sul palo di Mike Maignan, e questo titolo è più giocoso e ispirato che le due squadre : « Infelice ». “Siamo tutti con lui, Bernardo Silva poi assicura sul suo compagno prima di discutere l’aspetto della partita:  »Ho detto ieri (prima del trimestre) che in queste competizioni grandi e brevi non sempre vincono le squadre migliori o quelle che giocano meglio. E oggi è stato lo stesso, forse è stato crudele per la Slovenia agli ottavi, oggi è stato crudele per noi. Ed è il calcio che va avanti, è una lezione. » Un sentimento condiviso dalla quotidianità che evoca “vittorie morali e sconfitte ingiuste”.

Una formula molto chiara in prima pagina Il giocoe in francese: « È finita ». Con questa immagine dell’allenatore Roberto Martinez che prende tra le braccia il parigino Vitinha. Ma al di là dell’emozione del luogo comune, il giornale sottolinea il male della sua selezione: “Il Portogallo perde tre partite di fila nella fase finale per la prima volta nella sua storia”. Stessa osservazione per E lo era chi preferisce la foto-emozione, quella di Mike Maignan che respinge uno scatto di Vitinha e questo titolo implacabile: “Sei ore senza segnare”. L’emozione arriva poi nell’articolo firmato Joao Pimpim: “Ed è stato nel momento dell’addio che il Portogallo ha avuto più fascino”. Il giornalista ha visto ad Amburgo “La migliore prestazione del Portogallo, quella in cui la squadra si è mostrata più matura, più solida, più unita e anche più talentuosa, si è rivelata però insufficiente per battere, ancora una volta, la sempre potente squadra francese che, in questa sfida di Amburgo, aveva , più che mai, un enorme rispetto per l’avversario portoghese, anche lui molto potente”.

READ  Bradley Barcola: “Se sono qui è perché me lo merito”

Infine, per guardare al primo tempo, un veloce giro di Spagna dove la qualificazione della Roja eclissa il resto delle cronache sportive e ha addirittura gli onori delle prime pagine della stampa generalista. Per restare sui quotidiani specializzati, vediamo che il marchio Mbappé è ancora popolare. Per COME, «Mbappé diventa Cristiano». « Martedì contro la Francia di Mbappé », titolo Marca in prima pagina prima di annunciare il colore di questo incontro: “In semifinale ci aspetta la Francia più conservatrice”. Un articolo in cui si discute “prestazioni difensive eccezionali” degli Azzurri, ma anche lo shock termico provato da chi aveva appena assistito alla strepitosa Spagna-Germania prima di scoprire, sgomento, il mancato spettacolo degli Azzurri in bianco e dei Rossi: « Non è stata una brutta partita, anche se il primo tempo è stato difficile da digerire… ». sul loro nuovo protetto Mbappé, Marca sega “Kylian ha avuto qualche capriccio, incontenibile, ma che non si è tradotto in nulla di positivo. » Ma la vita quotidiana rimane sospetta: “La Francia è in semifinale senza segnare un solo gol in gioco, come per non temerlo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *