Le reti di strade fantasma consentono la distruzione delle foreste primarie nella totale impunità


Nell’ambito di un recente studio, i ricercatori australiani hanno scoperto diverse reti di strade fantasma che attraversano le foreste primarie di grandi isole come il Borneo, la Nuova Guinea e Sumatra. Tuttavia, queste numerose strade che consentono il passaggio dei camion sono purtroppo invisibili sulle carte stradali.

Una minaccia diretta per le foreste tropicali primarie

Secondo un rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) pubblicato nel 2021, oggi nel mondo rimangono 1,11 miliardi di ettari di foreste primarie. La situazione però è molto allarmante, tanto che in occasione dell alla COP26 di Glasgow145 paesi avevano firmato un impegno porre fine alla deforestazione entro il 2030. Questo impegno, però, sembra essere minato, perché secondo un documento dal World Resources Institute pubblicato il 4 aprile 2024, niente meno che 3,7 milioni di ettari di foreste primarie tropicale scomparso nel 2023.

Un team della James Cook University (Australia) ha pubblicato uno studio sulla rivista Natura il 10 aprile 2024 su un altro argomento cruciale: il presenza di strade fantasma all'interno delle foreste primarie. I ricercatori spiegano di aver utilizzato Google Earth per mappare le foreste tropicali del tre grandi isole nella regione dell'Asia del Pacificosapere BorneoNuova Guinea e Sumatra. “I nostri risultati suggeriscono che le strade fantasma, fiorenti e poco studiate, sono tra le più gravi minacce dirette alle foreste tropicali. »possiamo leggere nella pubblicazione.

Strade fantasma: un fenomeno che sfugge alle autorità

Lo studio ha permesso di elencare nientemeno che 1,37 milioni di chilometri di strade su una superficie di 1,4 milioni di chilometri quadrati. Tuttavia, questo numero è da tre a sette volte maggiore di quanto visibile nei dati stradali disponibili. Circa 7.000 ore di osservazione le immagini satellitari di 200 volontari hanno reso possibili queste scoperte.

READ  Quanto valeva davvero la famosa armatura di Dendra?
strade forestali dell'Asia Pacifico
La densità stradale nella regione tropicale dell’Asia Pacifico è molto più elevata di quanto indicato dai dati globali disponibili. Crediti: Engert, JE, Campbell, MJ, Cinner, JE et al. Natura (2024). https://doi.org/10.1038/s41586-024-07303-5

Interrogato in un articolo di Custodel'autore principale dello studio William F. Laurance ha affermato che nientemeno che 25 milioni di km² di nuove strade asfaltate sono stati pianificati entro il 2050. Tuttavia, circa il 90% di queste costruzioni stradali avverrà nei paesi in via di sviluppo, in particolare nelle aree tropicali e subtropicali note per la loro eccezionale biodiversità. Va detto che le reti stradali recentemente scoperte nel Borneo, Sumatra e Nuova Guinea testimoniano un evidente mancanza di controllo da parte del governo.

Infine, se il lavoro dei ricercatori australiani e del loro team di volontari è stato colossale, un altro dato è purtroppo da capogiro. Se si dovesse intraprendere una mappatura globale delle strade fantasma, il tempo necessario per farlo sarebbe ridotto 640.000 ore, ovvero circa 73 anni.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *