League of Legends – Closer: « È nei play-off che risplendo »



“Avete terminato la stagione regolare della LEC, il Campionato Europeo League of Legends, una nota positiva, battendo GiantX domenica scorsa. Sei soddisfatto del livello visualizzato nell’ultima settimana?
Can «Closer» Çelik (Karmine Corp):
Penso che abbiamo giocato davvero bene rispetto alle altre settimane. Contro SK (sconfitta sabato)non so se possiamo dire che ci siamo andati vicini, ma li sentivamo vulnerabili, anche se avremmo potuto fare meglio… E contro GiantX, penso che avremmo potuto essere un po’ più aggressivi ma Sono felice che abbiamo vinto. Abbiamo mostrato segnali di progresso, ma credo che possiamo fare ancora meglio come squadra gioco macro… Dobbiamo lavorare sulla coerenza.

Manca ancora una settimana alla tua qualificazione ai play-off, che è la prima volta per la Karmine Corp in questa stagione… Qual è stata la tua reazione quando l’hai scoperto?
È stata una sensazione strana per me… Mi era già capitato quando giocavo negli Stati Uniti: quando arrivai ai Golden Guardians (nella primavera del 2020), non avevano mai raggiunto i playoff nella loro storia, quindi hanno festeggiato molto quando è successo, perché per loro era un sogno. Ma per me non è stato un successo eccezionale, perché giocavo per il titolo. Ero felice di essere lì, ma non era quella la cosa principale. Con Karmine, non abbiamo festeggiato davvero, anche se penso che i miei compagni siano stati sollevati. Soprattutto ci ha dimostrato che eravamo abbastanza forti come squadra per avere la possibilità di crederci.

Pensi di poter progredire abbastanza velocemente da finire tra i primi 3 in questi play-off, che saranno necessari per qualificarsi alle Season Finals e poi ai Mondiali? Affronterai il G2 al primo turno, tra due settimane.
Anche se G2 è arrivato terzo nella stagione regolare, probabilmente è così la migliore squadra della regione…Ma a parte questo, tutte le squadre sono battibili. E anche il G2 è probabilmente nella sua forma più debole dell’anno. Quindi abbiamo una possibilità, di sicuro. Ora siamo una nuova squadra. Quando guardi BDS, Fnatic, i loro movimenti sulla mappa, sanno sempre cosa stanno facendo i loro compagni di squadra. Sebbene non disponiamo della migliore comunicazione, né della migliore sinergia, è qualcosa che arriva con il tempo e la pratica. Non abbiamo molto, ma dobbiamo sfruttarlo al massimo.

READ  Trasferimenti: il Los Angeles FC ufficializza l'arrivo di Olivier Giroud

Hai firmato ad aprile per una squadra molto disfunzionale, che era appena arrivata all’ultimo posto nella LEC. Quali problemi hai identificato? Come sei riuscito a far progredire Karmine?
C’erano molti problemi chiamare a bacchetta. Dovevamo riuscire a garantire che tutti sulla mappa sapessero cosa stava succedendo, per cosa stavamo giocando, quando avremmo combattuto. Quando il tuo trasportarese sconvolto (Elias Lipp) O Al governo (Vladimiros Kourtidis), sa cosa deve fare sulla mappa, il suo lavoro è più semplice, quindi provo a dargli indicazioni. Che siamo sulla stessa lunghezza d’onda è la cosa più importante. Tra la terza e la quarta settimana, negli ultimi allenamenti, abbiamo fatto grandi progressi e penso che questo si sia visto nelle nostre partite.

Non so se da fuori se ne è accorto, ma posso assicurarvi che giochiamo meglio meta…E ora abbiamo due settimane di allenamento davanti a noi, così potremmo vedere una Karmine completamente diversa agli spareggi.

Eri senza squadra a inizio stagione e solo di recente sei tornato alle competizioni. Questa pausa forzata ha influito sul tuo livello di gioco?
Penso di avere uno sguardo diverso sul gioco, non sono più lo stesso giocatore. Mi sento più maturo, più saggio. In precedenza, giocavo semplicemente con Lee Sin o Viego e provavo a vincere la partita da solo. Ora gioco più collettivamente, con facilitatori campioni e mi concentro sul nostro livello di squadra. Alla fine la pausa è stata piuttosto positiva per me.

READ  Il PSG ritrova i sensi contro il Dunkerque nella Liqui Moly Starligue

Volevo giocare in Europa dopo essere stato campione nordamericano (nell’estate 2021 con 100 Ladri), Il Karmine è un grande club con molti fan. Avevo bisogno di riabituarmi al palco, ma sento che sto tornando al meglio nel momento migliore… Ed è nei play-off che di solito brillo, quindi vedremo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *