Léo Barré, terzino dello Stade Français, prima della prima partita del tour dei Blues: “Stelle nei tuoi occhi”



Uno non indossa la maglia dei Blues dal febbraio 2023. L’altro è una delle rivelazioni dell’ultimo Sei Nazioni. Riuniti in una sala dal fascino antico del Club San Isidro di Buenos Aires, Gaëtan Barlot (27 anni, 7 presenze) e Léo Barré (21 anni, 2 presenze) hanno mostrato la stessa distensione martedì al termine di una giornata soleggiata allenamento, quattro giorni prima della prima partita di prova contro l’Argentina, sabato (ore 21, ora francese). Soprattutto, lo stesso piacere di esserci. “ Non vediamo l’ora di giocareammette il numero 2 di Castres presente nel gruppo francese dall’inizio del rally, il 17 giugno. Lo staff inizia a fare pressione e ci mostra l’importanza di questa partita in Argentina dove la Francia ha vinto pochissimo. Speriamo in due vittorie contro i Pumas per segnare il tour. »

“Sarà un livello sopra la Top 14”

Gaëtan Barlot, prostituta del Castres

Al suo fianco, Léo Barré, il giovane terzino dello Stade Français, si diverte altrettanto. « Questo è il mio primo tour, Egli ha detto. JHo ancora le stelle negli occhi e sono molto felice di ritrovare il gruppo. » E Barlot ha subito aggiunto: « È semplicemente divertente. È bello vedere volti nuovi in ​​Argentina con dei debuttanti come dici tu, nuovi amici. » Aveva già vissuto una tournée quasi simile in Australia tre anni fa quando i Blues avevano già dovuto sfidare i Wallabies senza che il loro abituale staff rimanesse a casa. “ È grazie a questo tour che ho potuto fare qualche selezione in più e dico ai giovani di divertirsi il più possibile oggi per divertirsi. »

READ  Trasloco fatale per Matthieu Pavon al British Open

Internamente, il messaggio dello staff e di alcuni veterani, tra cui il più esperto Baptiste Serin, è quello di alleviare ogni pressione negativa. Barré lo capì perfettamente. “ Come dice Gaëtan, vogliamo avere quanto più piacere ed esperienza possibile. È un’avventura estremamente ricca e vogliamo goderci ogni momento. » Ancor di più ovviamente in caso di vittoria sabato a Mendoza. Se la composizione della squadra non sarà ufficializzata prima di giovedì, in questo quindici titolare sono attesi sia Barlot che Barré. Ed entrambi non vogliono perdersi. “ Sarà un livello superiore alla Top 14, avverte Barlot, e dobbiamo farci trovare pronti già da questa prima partita. » Verrà poi il momento di passare all’amichevole contro l’Uruguay quattro giorni dopo a Montevideo e poi al secondo test ufficiale contro l’Argentina il 13 luglio a Buenos Aires.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *