« L’intera giornata è stata caotica », si è detto frustrato Esteban Ocon dopo le qualifiche del GP di Gran Bretagna



Esteban Ocon (Alpine, 18°, al microfono di Canal+): “Sul sistema diceva che avevo preso la bandiera a scacchi, anche se ero sicuro di non averla presa e di averla passata dopo. L’ho chiesto tre volte alla squadra ma mi hanno confermato che l’avevamo superato e che per noi la sessione era finita. Stavo andando molto più veloce, perché il settore 1 era bagnato quando ho fatto il mio giro. Per noi oggi è andato tutto bene (SABATO), ma ci siamo completamente persi durante tutta la sessione. È imbarazzante per noi. Domani dovremo recuperare le posizioni (Domenica) ma è deludente, molto deludente.

Siamo stati meglio su pista asciutta che su pista bagnata, dove abbiamo incontrato difficoltà nelle prove libere 3. Le condizioni erano un po’ più favorevoli per noi in questa sessione di qualifica. Dovremo vedere cosa decideremo di fare. Inoltre non abbiamo le impostazioni giuste se il tempo rimane asciutto perché ci siamo basati sulle impostazioni per la pioggia. L’intera giornata è stata caotica. »

Pierre Gasly (Alpine, 20°, al microfono di Canal+):  » Oggi (SABATO)non ci abbiamo nemmeno provato visto che partiremo domani per ultimi (ha preso una penalità di 50 posizioni per aver cambiato parti del suo propulsore). La priorità era portare l’altra vettura in Q2. Non aveva senso cercare di sorpassare e potenzialmente spingere via l’altra macchina. Non sarebbe cambiato nulla anche se mi sarebbe piaciuto pedalare un po’ di più. Il nostro fine settimana inizia domani (Domenica) ed è questo che dovremo ottimizzare.

READ  I Toronto Maple Leafs pareggiano contro i Boston Bruins negli spareggi della NHL

Dovremo vedere le condizioni, le vediamo ancora oggi. Su questa pista abbiamo un po’ più di difficoltà rispetto alle altre, ma sappiamo che appena piove può succedere di tutto e alla partenza c’è la possibilità che piova. Dovrete essere pronti perché vediamo che è estremamente facile commettere errori. Ci saranno occasioni da cercare e proveremo a ritornare. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *