Lo Starliner della Boeing decollerà mai?


La NASA e la Boeing hanno annunciato un altro ritardo nel lancio del volo di prova con equipaggio della navicella spaziale CST-100 Starliner. Il lavoro per risolvere una perdita di elio continua.

Ancora un altro ritardo per la Starliner

IL perdita di elio, collegato a una flangia di un propulsore del modulo di servizio della navicella spaziale Starliner, è stato rivelato per la prima volta dalla NASA il 14 maggio. L'agenzia aveva allora annunciato un rinvio del lancio della missione dal 17 al 21 maggio per consentire agli ingegneri di caratterizzare la perdita e sviluppare un nuovo piano di volo.

Il 17 maggio ha poi annunciato un ulteriore rinvio del lancio al 25 maggio per dare agli ingegneri della Boeing più tempo per lavorare sulla perdita. Quest'ultimo poi aveva ha stabilito che era stabile e non rappresentava un rischio per la fuga. La compagnia stava inoltre lavorando per sviluppare procedure operative per garantire che il sistema mantenesse prestazioni sufficienti e un'adeguata ridondanza durante il volo.

Infine, la NASA ha appena annunciato che il lancio dello Starliner, previsto per il 25 maggio con due astronauti a bordo, non avverrà ancora come previsto. Visibilmente, la sicurezza del volo non può più essere garantita come inizialmente previsto dagli ingegneri Boeing.

Inizialmente, l'agenzia spaziale americana non ne aveva annuncio nuova data di lancio della missione. Inoltre, non ha fornito ulteriori informazioni sulla perdita di elio o sugli sforzi per autorizzare il volo al veicolo, comprese le preoccupazioni specifiche che potrebbero aver portato a quest'ultimo ritardo indefinito.

READ  come una nuova tecnologia potrebbe trasformare la ricerca scientifica

Infine, un aggiornamento pubblicato questo mercoledì sera (22 maggio) ci informa che il decollo è finalmente previsto per il 1 giugno. Ci sono opportunità di backup il 2, 5 e 6 giugno, notano i funzionari della NASA.

missioni Starliner
Illustrazione della capsula Starliner in orbita. Crediti: Boeing

Un programma intenso

Per quanto riguarda i tempi, se la NASA e la Boeing risolvessero le loro preoccupazioni sulla perdita di elio senza richiedere lunghe riparazioni, la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) potrebbe ospitare l’attracco dello Starliner. fino a lugliodopodiché tutto dovrebbe complicarsi.

La stazione spaziale accoglierà infatti nel mese di agosto diverse capsule (equipaggio e carico) lanciate da SpaceX. Potrebbe esserci una finestra aggiuntiva per l'attracco di Starliner con la ISS a fine agosto o inizio settembre prima del lancio della prossima missione cargo di SpaceX che occuperà il porto di attracco che Starliner dovrebbe utilizzare. Se per allora lo Starliner non sarà pronto, sarà necessario aspettare fino all'autunno.

Continua quindi la striscia nera per la capsula Boeing, che dal 2020 presenta una serie di problemi tecnici. Ricordiamo che Starliner è stata selezionata dalla NASA insieme alla capsula Crew Dragon di SpaceX nel 2014. La compagnia di Elon Musk aveva da parte sua completato il suo primo volo con equipaggio a l’ISS alla fine del 2020, mentre Boeing ha realizzato il suo primo volo senza passeggeri verso l’ISS solo due anni fa.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *