L'OL schiaccia il Saint-Etienne nel derby dell'Arkema D1



Non c'è mai stata suspense questo sabato nel vivace stadio Geoffroy-Guichard. L'OL ha ampiamente vinto (6-1), contro gli Stéphanoises che si sono lasciati sopraffare troppo presto. Dopo sei minuti, avrebbero potuto già essere sotto di due gol se Wendie Renard (2a) e poi Vicki Becho (6a) non avessero perso due grandi occasioni.

La sanzione arriva subito, con un colpo di testa opportunistico di Griedge Mbock dopo la traversa trovata da Renard (1-0, 12°). Lo stesso Renard che ha trasformato un primo rigore ottenuto da Amel Majri (2-0, 17esimo). I Verdi hanno avuto uno scatto d'orgoglio, o meglio hanno approfittato di un enorme disaccordo tra Renard e Christiane Endler per ridurre il punteggio di Amandine Pierre-Louis (2-1, 21esimo). Ma è solo un rinvio, poiché Becho, in contropiede (3-1, 28°), poi Renard, ancora su rigore (4-1, 45°+3) seppelliscono la suspense prima dell'intervallo.

Melchie Dumornay avrebbe potuto aumentare il punteggio ma ha sbagliato il suo rigore (53esimo), mentre Regina Otu non ha resistito alla pressione di Becho e ha mandato la palla nella propria rete (5-1, 70esimo). Nel finale della partita, il nazionale francese (6 presenze, 1 gol) ha dato il via alla prestazione del Lione con un gol pesante (6-1, 90°+3). Un grande successo per i Fenotte, che ora hanno 9 punti di vantaggio sul PSG e sono sicuri di concludere la stagione regolare in testa. Gli Stéphanoises hanno probabilmente perso la loro ultima speranza di raggiungere gli spareggi, dato che sono a sei punti dal Reims, quarto in classifica, a due giornate dalla fine. Il tutto con una differenza reti di -18, contro il +1 degli Champenoises.

READ  Battendo Van der Poel nella Amstel Gold Race, Cosnefroy vuole credere che “è possibile”



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *