L'OM batte il Nancy e vince la Coppa Gambardella per la prima volta dal 1979



Quarantacinque anni dopo il suo precedente successo nella manifestazione, l'OM ha vinto la Coppa Gambardella dominando il Nancy nella finale, questo sabato a Villeneuve-d'Ascq (3-1). Per la squadra di Christian Bracconi l'incontro sembra inizialmente un recital, con Keyliane Abdallah che apre le marcature al 6'. In questa azione, il suo diretto avversario, Paul Diomandé, si è infortunato (è stato sostituito nel 10°), e la difesa del Nancy non si era ancora del tutto ripresa quando un nuovo slancio dello stesso Abdallah, nipote di Toifilou Maoulida, ha aperto la strada al secondo gol per Mathis Clément (2-0, 14°).

Ma l'OM si è accontentato troppo presto di questo vantaggio, ha permesso a Bismark Adomah di creare pericolo sulla sua corsia di sinistra e poi a tutta la squadra lorenese di fare la propria partita. È stato punito poco prima dell'intervallo, con un rigore segnato da Yanis Delaveau (45esimo). Alla ripresa, Hugo Morrone perde una grandissima occasione per pareggiare (47°). Ma la squadra di Gaston Curbelo è stata colpita dalla stanchezza, che le ha impedito di estendere a 35 il suo numero di partite di imbattibilità in questa stagione.

Nancy ha ceduto dopo la pausa

Ha finito per arrendersi completamente al 74' con un potente tiro di Gaël Lafont poi un gol di Adam Nosel alla fine dei tempi di recupero (90° + 6). Ma aveva già subito due grandi sorprese, con un tiro di Yakine Saïd M'Madi sul portiere (55esimo) e un colpo di testa di Abdallah sul palo (64esimo).

READ  Finalista in Cina, la coppia Krou - Gauthier-Rat si rilancia per la qualificazione olimpica nel beach volley

Poco prima del terzo gol olimpico, la gara è stata interrotta per una decina di minuti dall'arbitro Dorian Boloventa, perché i tifosi parigini in attesa della finale tra PSG e OL avevano lanciato una bandierina di plastica contro il portiere del Marsiglia. E dopo il terzo gol del Marsiglia, questa volta sono stati i tifosi del Lione, sull'angolo opposto, a provare a litigare con il marcatore, reo di aver espresso con troppa forza la sua gioia sotto il loro naso.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *