Lucas Paquetà ha cercato di ricevere volontariamente cartellini gialli nell'ambito di scommesse sospette, annuncia la Federazione inglese



A più di un anno dall'inizio di un’indagine che ha fatto molto rumore, la Federcalcio inglese (FA) ha pubblicato le sue conclusioni riguardanti attività di scommesse sospette riguardanti il ​​giocatore brasiliano Lucas Paqueta (West Ham). La FA comunica di aver concluso che l'ex lionese ha preso volontariamente un cartellino giallo in quattro occasioni, tra novembre 2022 e agosto 2023.

Diversi conti domiciliati in Brasile, utilizzati da persone vicine alla comunità Auriverde, avevano scommesso massicciamente sulla possibilità che il giocatore venisse ammonito durante queste partite. Ciò ha destato i sospetti dei bookmaker, in particolare di Betway, jersey sponsor del West Ham e molto presente in Brasile.

In un comunicato stampa pubblicato questo giovedì, la FA rivela che Paquetà, oltre ad aver influenzato lo svolgimento delle partite, non ha collaborato pienamente con gli inquirenti, non fornendo tutti i documenti richiesti o non rispondendo ad alcune loro domande (violazioni delle regole F2 e F3).

“Nego completamente queste accuse e combatterò con tutte le mie forze per riabilitare il mio nome”

Il centrocampista degli Hammers, dal canto suo, ha negato qualsiasi coinvolgimento nella vicenda, in un comunicato pubblicato su Instagram in cui affermava di essere “estremamente sorpreso” et  » arrabbiato «  : “Per nove mesi ho collaborato in ogni fase delle indagini e ho fornito tutte le informazioni in mio possesso. Nego completamente queste accuse e combatterò con tutte le mie forze per riabilitare il mio nome”. Da parte sua, il West Ham ha dichiarato di aver preso atto delle accuse della FA: Il club continua a supportare il giocatore durante tutto il processo e non farà ulteriori commenti fino al completamento del processo. »

READ  La rivincita tra Tyson Fury e Alexander Usyk avverrà davvero?

Chiamato da Dorival Junior per preparare la prossima Copa America (20 giugno-14 luglio), Paquetà ha tempo fino al 3 giugno per fornire una risposta alla FA e organizzare la sua difesa. Anche se la Federazione non ha comunicato eventuali sanzioni, Paquetà rischia probabilmente una lunga squalifica, visti i precedenti che hanno coinvolto giocatori come Ivan Toney (squalificato otto mesi) o Sandro Tonali (squalificato dieci mesi).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *