Ludovic Duée, capitano del Saint-Nazaire, campione francese: “Eravamo degli sfidanti, non una sorpresa”



Ludovic Duée, libero e capitano del Saint-Nazaire, incoronato campione di Francia contro il Tours: “Non so come vinciamo, l’analisi è difficile. Il risultato è surreale, ci vorrà del tempo, è una gioia totale. Vinciamo mettendo pressione su un favorito, eravamo noi lo sfidante, non una sorpresa.

(sulla fine della sua carriera e il suo ingresso negli ordini) Sono super felice e felice di poterlo condividere. Non so se riuscirò a passare facilmente a questa nuova vita, lo vedo giorno per giorno. Uno dei canonici che sarà uno dei miei superiori, al tempo delle galere, quando ero nel mezzo, perché sapevo che la fine si avvicinava, mi disse « non importa, offri tutte le tue vittorie per la gloria di Dio. Mi ha dato una spinta! Sono felice di poter offrire questa vittoria per la gloria di Dio! »

Titouan Hallé, ricevitore-attaccante di Saint-Nazaire: “Non so se ci rendiamo conto… non dico che siamo sorpresi, ma non era lo scenario più probabile all'inizio di questi play-off. Abbiamo finito al tie-break, ne abbiamo perse 12 in questa stagione… È una squadra con una mentalità forte, abbiamo avuto infortuni, partite complicate, ma questo ci ha rafforzato. I giocatori da portare sono dodici, toglie pressione a chi inizia. La Champions League? Ci abbiamo pensato dopo, ma sarà una bellissima esperienza. »

READ  Giovedì una delegazione dell'Autorità di regolamentazione sarà a Biarritz

« Volevamo andare passo dopo passo, arrivare ai play-off, ma non ci siamo nemmeno posti un limite »

Gilles Gosselin, direttore generale di Saint-Nazaire

Gilles Gosselin, direttore generale di Saint-Nazaire: “Storico, magnifico, incredibile… provo tantissima emozione per tante persone, per lo staff, ovviamente per i giocatori e per i nostri sostenitori, volontari, partner… È un orgoglio immenso. Non ci stavamo preparando per l'inizio della stagione per diventare campioni, perché siamo umili e ambiziosi. Questa è la nostra seconda stagione consecutiva in Serie A, volevamo procedere passo dopo passo, arrivare ai play-off, ma non ci siamo posti neanche un limite. Non ci poniamo obiettivi ambiziosi, ma non ci fermiamo a crescere, è stata una delle chiavi del nostro successo. »

Jordan Ewert, attaccante-ricevitore del Saint-Nazaire e MVP della finale di ritorno: “È molto difficile da credere!” Abbiamo lavorato tanto, tutti si sono sacrificati per la squadra. Personalmente è il mio primo anno in Francia e sono campione, è difficile da descrivere. Dopo il terzo set (perso da SNVBA 27-29), dovevi solo rimanere concentrato. Non potevamo fare più rumore dei tifosi della Touraine, dovevamo stare insieme, comunicare. La partita è durata tre ore (2h54 esattamente), non è stato tutto perfetto e abbiamo avuto momenti di pressione, è normale. E avevamo già vinto un tie-break in questa stagione, era già passato! (ride) »

READ  Mohamed Elneny annuncia la sua partenza dall'Arsenal a fine stagione

“Anche se l’anno scorso ho vinto il set d’oro (rivolto a Chaumont)continuo a odiare questa formula »

Marcelo Fronckowiak, allenatore del Tours

Marcelo Fronckowiak, allenatore del Tours: “Congratulazioni al Saint-Nazaire, oggi sono campioni perché hanno fatto ottimi play-off. Oggi hanno vinto il secondo tie-break stagionale… Siamo riusciti a farcela, ci è costato caro perché ci manca freschezza, lucidità e successo. In un paese campione olimpico con un campionato che sta guadagnando forza, e anche se l'anno scorso ho vinto nel set d'oro (rivolto a Chaumont), Continuo a odiare questa formula. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *