Luka Elsner, nuovo allenatore del Reims: « C’è sinergia con il club »


“Come hai vissuto le lunghissime trattative tra Le Havre e Reims per il tuo trasferimento?
: Da quando ho deciso di lasciare Le Havre, sono rimasto calmo. Ho esperienza e questo conta in questi momenti. Sapevo che avremmo trovato una soluzione. C’era una grande voglia da parte mia di unirmi a questo carrozzone.

Perché hai scelto Reims?
Mi sto unendo ad un progetto compatibile con chi sono, cosa posso e voglio fare. La dirigenza è schietta, la società efficiente, le competenze interne sono numerose. C’è una sinergia tra me e il management. Tutto era chiaro fin dall’inizio. La squadra ha un marchio di fabbrica, con lo sviluppo di giovani talenti, un calcio attraente. Spero di portargli la mia grande passione, la mia voglia di progredire dentro e fuori dal campo.

Come giudichi la squadra?
Questo è uno dei motivi che mi porta qui. E’ composto da giocatori che stanno maturando, un mix di giocatori giovani, che hanno fatto esperienza la scorsa stagione, e giocatori più maturi. La rosa sarà stabile, ben equilibrata, molto completa. Lì incontrerò Teddy Teuma, che ho avuto all’Union Saint-Gilloise, e Amir Richardson, conosciuto a Le Havre.

READ  In un contesto pesante, gli azzurri hanno avuto la meglio nella seconda prova in Argentina

Come gestire un programma molto impegnativo fin dai primi giorni?
Il fatto che la rosa abbia già tanti punti di riferimento è un vantaggio. Dovremo partire forte perché mi piacerebbe prendere un buon slancio. Avremo Lille, OM, Rennes e PSG nelle prime cinque giornate. Dobbiamo avere l’obiettivo di essere pronti ad aumentare velocemente l’intensità. Il nostro lungo stage in Giappone (24 luglio – 3 agosto), con quattro amici, dovrebbe rendere possibile questo obiettivo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *