L'uso molto ponderato dei social network da parte di Victor Wembanyama



Quest'anno Victor Wembanyama ha mandato nel panico i social network con la trasmissione, sugli account NBA, degli highlights che lo mostravano in azione. Dopo solo pochi mesi nella Lega Nord Americana, i video degli exploit dell'esordiente dell'anno hanno superato il miliardo di visualizzazioni. Ma sui propri account, il giocatore dei San Antonio Spurs, seguito da quasi 340mila follower su X e 3,9 milioni su Instagram, posta e interviene con parsimonia.

A marzo Wembanyama ne parlò a un giornalista Notizie del San Antonio Express (trasmesso da Discorsi spazzatura) non essere dipendente dai social network e riuscire a gestire il tempo trascorso davanti allo schermo senza difficoltà. “La maggior parte delle volte le app non sono nemmeno sul mio telefono. Li cancello per giorni, settimane, mesi a volte. E quando voglio cercare qualcosa, li scarico di nuovo. Non ho mai dovuto preoccuparmene. » Il francese ha precisato che li ha utilizzati soprattutto per restare in contatto con la famiglia e gli amici.

Tra le centinaia di commenti, uno “Non farà nulla di tutto ciò nella NBA”. Quasi tre anni dopo, “Wemby” è appena uscito  » E perchè no ? » in risposta. Votato debuttante dell'annocon una media di 21,4 punti, 10,6 rimbalzi, 3,9 assist e 3,6 stoppate, ha gentilmente messo l'internauta davanti al fatto compiuto.

Su X, dove i suoi interventi sono ancora più rari che su Instagram, ha anche ritwittato un breve video di due secondi. Lo vediamo lì nei panni di un portiere di calcio, mentre cerca di respingere un tiro che si dirigeva dritto verso l'incrocio dei pali. Un archivio portato alla luce da uno dei suoi ex compagni di squadra del Chesnay FC 78 U11. “Pazzesco, dobbiamo far emergere gli highlights”ha continuato subito.

A questi interventi leggeri si mescolano pubblicazioni molto più coordinate con, in particolare, i suoi sponsor. A metà marzo, ha rivelato la nuova maglia vintage della squadra francese football su Instagram, anche il fornitore di attrezzature dei Blues, Nike, è uno dei suoi sponsor.

READ  I Blues senza Barthélémy Chinenyeze per il torneo della Nations League di Manila

I social network non sono in alcun modo una distrazione per la perla del basket francese. Non si sofferma su quello che si dice di lui, a differenza di alcuni suoi compagni degli Spurs. In questa stagione, Gregg Popovich, storico allenatore della franchigia, si è rivolto a degli specialisti per convincere i suoi giovani dell'importanza di prendere le distanze dalle reazioni delle reti. In questa materia, l’atteggiamento di Victor Wembanyama è, ancora una volta, un esempio da seguire.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *