Martina Navratilova: “Iga Swiatek ha ampi margini di miglioramento”



“Iga Swiatek è la nuova regina dell’argilla, dopo la sua quarta vittoria al Roland-Garros ?
Lo è, senza dubbio. OK, avrebbe dovuto perdere (Noemi) Osaka (7-6 (1), 1-6, 7-5 al 2° turno), ma poi rotolò su tutti. Non è invincibile, ma per batterla devi creare l'abbinamento perfetto, essere forte da entrambe le parti (Arina) Sabalenka, (Elena) Rybakina, Osaka. Nonostante il suo buon colpo di palla, piace a un giocatore (Gelsomino) Paolini gioca troppo corto, non ha abbastanza forza da entrambe le parti per fargli male. Forse appariranno nuovi volti: guarda, (Mirra) Andreeva è arrivata in semifinale a 17 anni, nel frattempo quando vediamo come Iga controlla la palla, cerchiamo chi è in grado di batterla regolarmente.

Perché il suo gioco è così efficace su questa superficie?
Ha il gioco ideale. I suoi colpi da fondo campo sono perfetti, la sua tecnica è impeccabile, si muove incredibilmente. Successivamente, per la terra, il suo dritto rimbalza in alto, dà un tale sollevamento. Se provi a prendere la palla in anticipo, è molto rischioso, e se torni indietro, wow… Da entrambe le parti, la sua preparazione significa che non puoi leggere dove giocherà, sia sul diritto che sul rovescio può uscire incrociato o lungo la linea. Non mi sarebbe piaciuto affrontarlo. (Ride.)

READ  Pierre Sage (OL): “Ho ancora fame”

“Su altre superfici, invece, come l’erba, è più difficile. Per diventare più completa deve progredire a rete”

Può essere dominante su altre superfici?
Non sarà mai dominante come sulla terra, ma parliamo di una campionessa e ha ampi margini di miglioramento. Quante volée ha giocato oggi? (SABATO) ? Solo uno (4 in realtà), e le è mancato. La verità è che non ha davvero bisogno di salire, è così aggressiva da fondo campo. Su altre superfici, invece, come l’erba, è più difficile. Per diventare più completa, deve progredire a rete. Ha già migliorato il suo servizio. Può vincere altrove giocando così, ha vinto gli US Open (nel 2022), ma ne guadagnerebbe ancora di più ampliando il suo raggio d’azione. Come Novak Djokovic: all'inizio giocava sostanzialmente come Iga, ma ha sviluppato il suo gioco d'attacco, la sua capacità di concludere a rete. Ciò significa che possiamo farcela, se ci prendiamo il tempo necessario. So che sta già lavorando su questo… Ora dobbiamo essere in grado di implementarlo nelle competizioni. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *