Maxime Gonalons (Clermont) testimonia la commozione cerebrale subita: « Ho avuto nausea e vertigini »



Maxime Gonalons è subentrato attraverso un servizio trasmesso sul Società calcistica del Canale Domenica. “Danneggiamo i nostri corpi. Ma la testa è ancora un'altra cosa. Abbiamo vite dopo la nostra carriera. I giocatori devono rendersi conto che a volte è importante fermarsi”confida il centrocampista del Clermont, che ha riportato una commozione cerebrale 25 febbraio contro il Nizza dopo uno scontro con un compagno di squadra.

“Dobbiamo preservare la nostra salute. Un cervello è molto importante. Non dovresti scherzare su questo. »

“I minuti che seguirono non furono grandiosi. Ho avuto nausea e vertigini durante l'intervallo. Noi (con lo staff) ha preferito fermarsi e abbandonare il campo”ricorda l'ex lionese che ha quindi seguito un protocollo prima di tornare in campo tre settimane dopo di fronte a Le Havre.

Ma Gonalons lo sentiva “non andava di nuovo bene” Quando un “La palla mi ha colpito forte in testa. Ho avuto brutti sentimenti. Era giunto il momento di interrompere tutti i contatti fino a nuovo avviso”, testimonia l'Auvergnat, passato per l'AS Roma. Dalla partita contro il Le Havre del 17 marzo, Maxime Gonalons non è più apparso sui campi della Ligue 1.  » SU (i giocatori) deve preservare la nostra salute. Un cervello è molto importante. Non dovresti scherzare su questo. »conclude il 35enne.

READ  La sepoltura di una lince di 1.500 anni intriga gli archeologi



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *