Maxime Grousset, dopo l'incontro di Lione: « Non è eccezionale »



Come al Giant Open di aprile, Maxime Grousset avrebbe voluto fare meglio nei 100 metri farfalla all'Open des Gones di Lione questa domenica. Il campione del mondo 2023 ha vinto la sua gara con un tempo per lui modesto (52”38). Abbastanza per generargli un po' di frustrazione anche se sa che è nel bel mezzo di un periodo di lavoro e che la mancanza di concorrenza non aiuta a galvanizzarlo.

“Che bilancio trai da questo fine settimana a Lione?
Non va proprio bene. Migliori i 100 stile libero (vittoria in 48”72). Forse mancanza di freschezza, di entusiasmo, tante cose. Non è facile pubblicare una performance nel bel mezzo di un periodo di lavoro, anche se abbiamo avuto due giorni liberi, questo non mi basta. Lavoro bene, più duramente degli altri anni, con più regolarità, penso che sia per questo che mi risulta un po' difficile. Non ho nulla di cui preoccuparmi, tranne il fatto che voglio sempre fare meglio e sono un po' frustrato. Non è stato facile, c'erano giorni così.

Puoi attingere a quello che hai fatto l'anno scorso dove era la stessa cosa?
SÌ. Durante l'incontro di Parigi ho fatto 52'' e in Francia sono uscito con 51''. Sorprendente. Non sono spaventato. Michel (Chrétien, il suo allenatore) mi dice che ci arriveremo ma è sicuro che sarà dura. Non nuotare facilmente è difficile. (sui 100m farfalla) Ho difficoltà a fare energeticamente lo sforzo per continuare ad andare avanti, sono morto e ho l'impressione che mi sto lasciando morire e che non posso fare altrimenti. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *