Melvyn Richardson (FC Barcelona) elogia “una Champions League eccezionale”



 » Questa terza Champions League ha un sapore particolare?
È eccezionale perché abbiamo avuto una stagione lunga e difficile, tante partenze, infortuni importanti. Siamo riusciti a rimanere concentrati e uniti per tutta la stagione, abbiamo lavorato tanto. Ci siamo dovuti adattare, alcuni dovevano ricoprire un ruolo più importante del solito, penso a Petar Cikusa arrivato dal centro sportivo. Quando arrivi lì, è la ricompensa per tutto questo lavoro, è fantastico. Sono super felice, anche molto stanco.

Com'è il trofeo per il miglior giocatore delle Final Four?
È pesante! (ride) E carina. E' un bonus, tutta la squadra se lo merita. I ragazzi mi hanno messo nelle migliori condizioni possibili, lo staff medico… Durante la semifinale sono caduto al polso e stamattina in allenamento non riuscivo a prendere la palla. Ma lo staff medico ha fatto quello che era necessario, li ringrazio perché avevo molta paura di non partecipare al cento per cento. Festeggeremo insieme.

Questo conclude una stagione in cui hai cambiato dimensione.
Quando lavori con giocatori eccezionali non puoi che migliorare. Con partenze e infortuni ho un po’ più di responsabilità. Appena entro in campo mi diverto tantissimo. Lavoro duro ogni giorno per vivere questo tipo di evento e spero che continui a lungo.

Il tuo contratto scade nel 2025 e i media polacchi sostengono che tu abbia dato il tuo accordo al club di Plock. Ma dopo prestazioni del genere, il Barça non vorrà lasciarti andare…
(Scoppia a ridere)
Vedremo, non è stato fatto nulla. Ecco, è ancora troppo presto. Voglio solo riposarmi. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *