Mercoledì si conoscerà l’identità del giocatore escluso dalle Olimpiadi con la Nazionale Under 23 francese



A Clairefontaine, 23 atleti hanno affrontato con piacere il pesante programma fisico per due settimane. inventato da Thierry Henry e dal suo staff. Uno di loro dovrà però lasciare il gruppo, cancellato da una lista che può comprendere solo 22 nomi (18 giocatori e 4 riserve). Questo dovrà essere inviato mercoledì alla FIFA, che lo manterrà riservato. L’organismo lo invierà al CNOSF per verificare che soddisfi i criteri stabiliti – sono ammessi solo tre giocatori nati prima del 1 gennaio 2001, una formalità – e approvarlo. Lunedì è prevista la sua formalizzazione e pubblicazione.

È in questa data che il giocatore rimasto al banco degli imputati dovrebbe, logicamente, lasciare il gruppo. Lo staff non aveva ancora designato lo sfortunato questo martedì, o almeno non aveva trasmesso la propria scelta al principale interessato, secondo le nostre informazioni. Alcuni ovviamente appaiono più protetti di altri.

Saranno presenti Loïc Badé, Jean-Philippe Mateta e Alexandre Lacazette, i tre over 23 autorizzati dalle regole olimpiche. Proprio come Obed Nkambadio e Guillaume Restes, i due portieri. Théo De Percin, terzo portiere arrivato lungo la strada per compensare la perdita di Robin Risser, sarà tra i quattro riservisti.

Quest’ultimo resterà con il gruppo per tutta la durata dei Giochi, per tutelarlo da eventuali infortuni o arretramenti. L’unica differenza con gli altri sarà la loro mancata iscrizione sui referti della partita. E nel fatto, maggiore, che se non si uniranno alla lista principale in qualsiasi momento, non beneficeranno di una potenziale medaglia.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *