Mike James (Monaco) prima della partita 2 contro il Parigi: « Non sono arrivato alla fine del mio viaggio qui »



Autore di 31 punti martedì durante la puntata 1 della finale di Betclic Élite vinta in casa del Monaco contro il Paris (90-80)il leader americano Mike James (33) si è presentato mercoledì in conferenza stampa, alla vigilia della partita 2, giovedì, sempre nel Principato.

Ha parlato in particolare del desiderio di restare ai piedi della Roccia a lungo termine, mentre è ancora in cantiere un prolungamento del contratto.

“Dopo un periodo difficile (l'infortunio e poi il ritiro), sei sollevato di aver ritrovato il tuo miglior livello?
Sono stato fuori circa venti giorni. Quindi è bello tornare e sentirsi guarito, senza avere i problemi alla schiena che ho avuto durante i quarti di finale di Eurolega contro il Fenerbahçe. (perso dal Monaco, 3-2). Martedì ho scattato (rivolto verso Parigi) ma non è stata nemmeno la migliore partita della mia carriera. E questo non conta più, dobbiamo pensare alla prossima partita.

I tuoi 31 punti con la vittoria sono stati un messaggio contro il leader parigino TJ Shorts, che ti ha battuto per il titolo di MVP della stagione Betclic Élite?
NO. Merita questo titolo e sono felice per lui. Con Nadir (Alta fedeltà), hanno molto talento, funzionano entrambi bene perché sono completamente diversi. T.J. (Pantaloncini) Gli piace andare in cerchio, fare buoni passaggi, Nadir è più interessato all'idea di segnare costantemente. Sono curioso di vedere come passeranno all'Eurolega contro i migliori giocatori d'Europa, se decideranno di andarci. E spero che questa settimana abbiano una brutta serie contro di noi.

READ  Souleymane Cissokho cambierà avversario nella finale mondiale dei pesi welter WBC

Hanno un gioco che possa funzionare in Eurolega?
Difficile da dire. Il calendario dell’Eurolega è un po’ diverso, più compatto, con settimane doppie (serie di tre partite, due di Eurolega e una di Campionato Nazionale). È un po' lo stesso ritmo dei play-off (dal Campionato Francese), a cui siamo abituati. Questo è meno vero in Eurocup. Non so se rivedranno il loro stile di gioco, giocando veloce, in Eurolega. Sarà interessante da vedere. Potrebbero sorprendere qualche avversario all'inizio, ma bisognerà anche vedere come reagiranno agli aggiustamenti apportati per contrastare il loro gioco.

È stato più facile tornare ai play-off del campionato francese quest'anno rispetto all'anno scorso dopo la delusione delle Final Four di Eurolega?
Non è mai facile, soprattutto dopo una stagione così lunga, chiedetelo all'allenatore… Quando perdi qualcosa tendi ad abbassare la testa e quando vinci tendi a rilassarti. Ma penso che per il momento abbiamo fatto un buon lavoro.

“Portare l’Eurolega a Monaco sarebbe il sogno”

VAbbiamo vinto il tuo primo trofeo MVP della stagione regolare di Eurolega questa stagione. È stato importante ottenere questo riconoscimento?
Penso che avrei potuto ottenerlo già tre volte (sorride). Quindi sì, va bene, lavoro ogni giorno per migliorare individualmente, volevo questo riconoscimento.

Riuscite ad immaginare di arrivare fino in fondo con lui, fino al titolo di campione d'Europa?
È il mio terzo anno qui e ovviamente sarebbe bello continuare e poter portare l'Eurolega a Monaco, anche con l'allenatore. Questo sarebbe il sogno, e questo è anche l’obiettivo. Ma oggi non guardo così lontano e la seconda partita è domani (GIOVEDÌ). Sono concentrato su quello.

Firmerai nuovamente con il Monaco?
È bello durare con una squadra, raggiungere i propri obiettivi, e non credo di aver raggiunto la fine del mio viaggio qui. Ma nulla è definitivo, speriamo innanzitutto di vincere questo Campionato. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *