Mikkel Hansen: “Parigi 2024 è già nella mia testa”



La sua ultima speranza, questa punizione diretta dopo la sirena finale, ha colpito la traversa della porta del connazionale del Barcellona Emil Nielsen. Con lo sguardo perso, Mikkel Hansen ha trascorso un momento da solo al mondo, nella gabbia, con le braccia appese alla sbarra, prima di salutare tristemente i tifosi dell'Aalborg.

Ancora una volta, il brillante terzino sinistro danese (36 anni) ha fallito per un soffio nella finale di Champions League, domenica in maglia rossa dell'Aalborg contro l'FC Barcelona (30-31). Come nel 2017 con il Paris-SG contro il Vardar Skopje (23-24) e nel 2010, durante la primissima Final Four, con… il Barcellona contro il Kiel (34-36).

Il tre volte miglior giocatore del mondo (record che condivide con Nikola Karabatic) è stato campione olimpico (2016), mondiale (2019, 2021, 2023) ed europeo (2012) con la Danimarca, ma non vincerà mai la più grande competizione per club poiché finirà la sua carriera quest'estate.

“Parigi è la mia città, giusto?

Mikkel Hansen, terzino sinistro della Danimarca

L'uomo con la famosa fascia è rimasto a lungo nell'area dell'intervista, con il figlio in braccio, parlando della fine del suo lungo viaggio in danese, inglese, spagnolo e francese, che padroneggia ancora perfettamente dopo i suoi dieci anni parigini stagioni (2012-2022): “Sono cresciuto come figlio di un ex giocatore della Nazionale (Flemming Hansen), sentire continuamente che se avevo talento era grazie a mio padre. Quindi sono orgoglioso e felice di ciò che ho realizzato in così tanti anni. Sono stato più volte alle Final Four con alcuni dei migliori club del mondo, rappresento una nazionale fantastica. Ho potuto prendere la decisione di smettere mentre giocavo ancora ad alto livello, prima che diventasse un po' imbarazzante. »

“Certamente aggiunge qualcosa. Parigi è la mia città, giusto? egli gridò. È una città molto importante per me. Concludere la mia carriera lì potrebbe essere enorme. » Dalla partita inaugurale, il 27 luglio, incontrerà nuovamente i Blues e l'ex compagno di squadra Nikola Karabatic, che vivrà anche lui il suo ultimo ballo durante questi Giochi. Sperando di ritrovarli nella finale, l'11 agosto a Lille.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *