Minimi olimpici per Louise Maraval, Louis Gilavert e Alexis Miellet a Marsiglia



Louise Maraval ha firmato una delle grandi esibizioni del meeting di Marsiglia mercoledì sera, etichettata come “argento” nel circuito del World Continental Tour. La specialista dei 400 ostacoli ha completato una gara magistrale in 54″44, infrangendo il suo record di 1″39 e rispettando allo stesso tempo i minimi olimpici (54″85). Non me ne rendo conto al momentoha reagito entusiasta su Athlé TV. Sono super felice, volevo fare questa gara di lotta e vedere com'era. È pazzesco ! Ora non ci resta che tornare al lavoro e migliorarlo. ».

Maraval, 22 anni, è diventata, sulla pista soleggiata dello stadio Delort, adiacente al Vélodrome, la seconda migliore francese della storia, dietro Marie-José Pérec (53″21 nel 1995), e la sesta interprete mondiale della stagione.

Gilavert e Miellet si uniscono a Bedrani

Poco dopo, quando il vento si è calmato, hanno fatto bene anche gli siepi Louis Gilavert e Alexis Miellet, entrambi sotto gli 8'15″ richiesti per essere convocati alle Olimpiadi. Gilavert, con la rabbia nello stomaco, ha avuto la meglio sull'etiope Hailemariam Amare all'uscita dell'ultimo fiume per conquistare il secondo posto in 8'13″47, battuto solo da un altro etiope, Samuel Duguna (8'12″44, per i secondi 3000 metri della sua carriera). , ha mantenuto il traguardo chiudendo 3° in 8'14″71.

Sugli 800 m, Yanis Meziane, autore di una notevole rimonta a Marrakech (1'44″14), è rimasto un po' bloccato nel rettilineo finale, mentre era in testa nei 200 m. Si è classificato 3° in 1'44″91 , dietro l'inglese Elliot Giles (1'44″46) e l'algerino Slimane Moula (1'44″75). Paolo Anselmini, 6°, è andato vicinissimo ai minimi per gli Europei di Roma (7-12 giugno) con 1'45″29 (suo record), contro 1'45″20 richiesto.

Gli 800 m femminili, che riunivano le migliori francesi del momento e che promettevano di essere attraenti date le condizioni favorevoli al mezzofondo, sono stati un po' deludenti in termini di cronometraggio, poiché le concorrenti non hanno tenuto il passo della lepre. Charlotte Pizzo ha vinto in 2'01″07, precedendo la marocchina Assia Raziki (2'01″36) e Lena Kandissounon, terza in 2'01″52.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *