Mohamed Camara (Monaco), una squalifica come esempio?



La stagione potrebbe essere finita, ma il programma di Mohamed Camara è fitto. Il centrocampista dell'AS Monaco verrà infatti convocato questo giovedì dalla commissione disciplinare della LFP. Dovrà giustificare il suo comportamento durante l'ultima giornata di Ligue 1, dedicata alla lotta all'omofobia, durante la quale aveva evitato la foto pre-partita e aveva coperto con nastro adesivo e tinto di nero i due scudetti presenti sulla sua maglia, compresa la L1. logo nei colori dell'arcobaleno.

Se la scorsa stagione la Lega non avesse reagito ai boicottaggi di Saïd Hamulic del Tolosa, Moussa Diarra e Zakaria Aboukhlal (quest'anno rispettivamente squalificati e infortunati, il primo in prestito alla Lokomotiv Mosca) e Mostafa Mohamed del Nantes, recidivo per gli stessi motivi della scorsa stagione, ovvero i timori per la sicurezza della sua famiglia in Egitto, ha potuto agire perché Mohamed Camara era presente in campo.

Camara si difenderà da solo

Ha segnato anche su rigore offerto dai compagni. La sanzione per “parole, gesti e/o atteggiamenti rivolti contro una persona a causa del suo orientamento sessuale” può arrivare fino a dieci corrispettivi, ma in questo caso specifico non è fissata alcuna scala. La commissione potrebbe sanzionarlo con una sospensione o una multa. E la decisione dipenderà anche da cosa dirà il giocatore. Ha intenzione di difendersi tramite video, da Monaco. Solo.

READ  Aryna Sabalenka agli ottavi di finale del Roland Garros dopo la vittoria contro Paula Badosa

« L'AS Monaco non sostiene l'iniziativa del giocatore e non ha intenzione di assisterlo in commissione », indica il club, che « Si è confrontato più volte con la Lega dopo la partita e sta analizzando internamente il seguito da dare ». La prossima settimana ci saranno dei seguiti. Martedì l'associazione Bleus et pride sporgerà denuncia contro il nazionale maliano (24 anni, 23 presenze). Non sarà l'unico. Presenteremo una denuncia anche contro AS Monaco, Mostafa Mohamed e FC Nantes, Nabil Bentaleb e LOSC, nonché contro la LFP, per incitamento all'odio omofobico. spiega Jean-Baptiste Montarnier, presidente dell'associazione.

Mohamed sanzionato finanziariamente dal Nantes

Il residente di Lille si era allacciato le scarpe mentre i suoi partner posavano davanti allo striscione che combatteva l'omofobia. “Mi sembra fondamentale sporgere denuncia, anche solo per il simbolo. Questo dovrebbe essere il ruolo della LFP, ma non lo fa mai, nemmeno nel caso di canzoni omofobe… », crede Montarnier.

Contattata, la Lega non ha voluto commentare prima della decisione della commissione. Anche il LOSC non desidera commentare questo reclamo. AS Monaco, che “ha sempre sostenuto questa giornata contro l'omofobia e continuerà a farlo (…) si difenderà quindi naturalmente da qualsiasi denuncia che la riguardi sull'argomento”. Quanto all'FC Nantes, ancora una volta ha sanzionato finanziariamente il suo attaccante e ha donato l'importo ad un'associazione.

READ  L'incoronazione del PSG filmata con un drone acrobatico da Canal+



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *