Nel frattempo, SpaceX fa atterrare il suo 300esimo razzo


SpaceX ha fatto ancora una volta la storia dell'aerospaziale realizzando il 300esimo atterraggio riuscito del primo stadio del razzo Falcon 9. Questo traguardo è stato raggiunto durante il lancio di 22 satelliti Starlink il 7 giugno. Questo risultato testimonia gli enormi vantaggi del riutilizzo dei razzi e i progressi significativi compiuti da SpaceX in questo settore negli ultimi anni.

I vantaggi del riutilizzo dei razzi

Ci sono molti vantaggi nel riutilizzare i razzi. Tradizionalmente, i veicoli di lancio spaziale erano progettati per essere utilizzati una sola volta, il che significava che ogni lancio richiedeva la costruzione di un nuovo razzo, con costi estremamente elevati. Il riutilizzo quindi lo consente ridurre drasticamente questi costi.

Lo consente anche il riutilizzo dei razzi per accelerare il ritmo dei lanci. I booster riutilizzabili possono essere preparati per nuovi voli molto più rapidamente rispetto alla costruzione di un nuovo razzo, consentendo a SpaceX di mantenere un programma di lancio più serrato e regolare.

Infine, riutilizzando gli stessi componenti, la quantità di rifiuti generati da ogni lancio diminuisce significativamente ridotto. Questo approccio contribuisce quindi a ridurre i detriti spaziali e minimizza l’impronta ecologica dell’esplorazione spaziale.

I progressi di SpaceX nel riutilizzo dei razzi

Fin dalla sua nascita, SpaceX si è concentrata sull’innovazione e sul riutilizzo per trasformare l’industria spaziale. L'azienda ha fatto atterrare con successo il primo stadio del Falcon 9 su una piattaforma terrestre nel dicembre 2015. Nell'aprile 2016, SpaceX ha poi fatto atterrare con successo far atterrare un booster su una chiatta autonoma in mare per la prima volta, ampliando così le capacità di recupero dei booster, in particolare per le missioni in cui non era possibile il ritorno sulla terraferma.

READ  La nuova straordinaria fotocamera della NASA

Nel marzo 2017, SpaceX a riutilizzato un booster per la prima volta, dimostrando che i componenti del razzo potrebbero essere ricondizionati per più voli, convalidando così il concetto di riutilizzo. Poi, nel corso degli anni, SpaceX ha gradualmente aumentato il numero di riutilizzi dei suoi booster. Alcuni di loro addirittura lo hanno fatto rubato fino a 20 voltedimostrando la loro robustezza e affidabilità.

falco spaziale 9
Crediti: SpaceX

Il 300esimo sbarco: nuovo record

Il 7 giugno 2024 SpaceX ha raggiunto un traguardo storico con 300esimo atterraggio riuscito del primo stadio del Falcon 9. Il decollo ha avuto luogo dalla stazione spaziale di Cape Canaveral in Florida, trasportando 22 satelliti Starlink. Circa 8,5 minuti dopo, il booster è tornato sulla Terra, atterrando esattamente su una chiatta parcheggiata nell'Oceano Atlantico.

Questo lancio ha segnato il sedicesimo vol di questo particolare booster, incluse dodici missioni Starlink dedicate. Era anche il 59° lancio dell'anno per SpaceX, comprendenti 42 missioni dedicate all’espansione della sua megacostellazione che attualmente conta più di 6.000 satelliti operativi in ​​orbita. Si noti, tuttavia, che queste cifre non tengono nemmeno conto dei lanci del megarazzo Starship.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *