Nessuna nuova quota olimpica per gli azzurri



Prima dell'inizio della prima Coppa del Mondo della stagione, venerdì a Szeged, il bacino ungherese è stato teatro delle ultime gare di qualificazione olimpica per la zona Europa. E nessuna nave francese è riuscita a convalidare un biglietto per Parigi. Che si tratti del due biposto in corsa Mercoledì, Eugénie Dorange-Axelle Renard (2° nel C2 500 m) e Maxime Beaumont-Guillaume Burger (5° nel K1 500 m), ovvero le due monoposto iscritte questo giovedì.

Nel K1 500m, Pauline Freslon è arrivata quarta nel suo tempo, a 34 centesimi dalla finale A. Quanto a Frantz Vasseur nel C1 1000m, ha ottenuto solo il sesto posto nel tempo. Per lo sprint azzurro, Manon Hostens e Vanina Paoletti (K2 500m donne), così come Adrien Bart e Loic Léonard (C2 500m uomini) sono gli unici ad essersi qualificati durante i Campionati del Mondo della scorsa estate.

In gran parte assenti nelle ultime stagioni e battenti bandiera neutrale per il coinvolgimento dei loro paesi nella guerra contro l'Ucraina, gli atleti russi e bielorussi hanno capitalizzato il loro ritorno sulla scena internazionale ottenendo cinque pass per i Giochi di Parigi (26 luglio-agosto 11): i 1000 m C1 con Zakhar Petrov e i 500 m C2 con Alexeï Korovachkov-Ivan Chtyl per la Russia, i 200 m C1 con Yuliya Trushkina, i 500 m C1 con Oleg Yurenia (200 m C1, BLR) e i 500 m C2 con Angelina Bardanouskaïa-Olga Klimava (che privano quindi i francesi Dorange-Renard di una quota sperata) per la Bielorussia.

READ  30 anni fa, la morte di Ayrton Senna: la nostra ristampa speciale



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *