Nicolas Gestin vince la medaglia di bronzo nella canoa ai Mondiali di Praga



Già abbronzato ad Augusta (Germania) la settimana scorsa, Nicolas Gestin è salito ancora una volta sul terzo gradino del podio nella Coppa del Mondo C1 questo sabato a Praga (Repubblica Ceca). Miglior tempo nel turno unico di qualificazione davanti al connazionale Denis Gargaud (9° in finale davanti a Mewen Debliquy), il campione del mondo U23 2021 ha toccato la penultima porta fallendo 2''11 dietro al locale Jiri Prskavec (vincitore davanti allo sloveno Benjamin Savsek). Un risultato promettente a meno di due mesi dalla scadenza olimpica.

“Arrivo al cancello 20, faccio un po' meno fatica e, subito, non riesco ad attaccare più di tanto gli ultimi due cancelli della salita e pago in contanti con un tocco e una perdita di tempo, ha riassunto Gestin. Sto mangiando un po' la carta, ma avere un po' di frustrazione prima di luglio non è poi così male. Avrò le zanne, so che sono in buona forma e ho tanta voglia di sfoggiare delle belle barche a fine luglio. »

“Sono fiducioso nel percorso che sto avviando, credo davvero che potrò mostrare un volto ancora migliore a fine luglio (durante i Giochi)”

“Sono davvero contento della faccia che ho mostrato, Lui continuò. Volevo dimostrare che avevo carattere. Ho davvero mostrato un volto combattivo e creativo sull'acqua. I percorsi qui sono molto duri, sono sequenze di porte e, per essere il più forte, non devi necessariamente mettere il massimo sulla pagaia ma essere il più preciso durante tutto il giro e sono riuscito a giocare bene con le porte che erano amici e non nemici. Sono contento, prima che i cancelli vicinissimi non fossero necessariamente il mio punto di forza e vedo che, da due anni, riesco a confrontarmi con i migliori anche in questi gironi. »

READ  Battuto dall'Everton, il Liverpool potrebbe dire addio al titolo

“Si sta muovendo lungo la strada giusta, conclude. La forma c'è, ma c'è spazio per essere ancora più forti fisicamente. Sono fiducioso nel percorso che sto avviando, credo davvero che a fine luglio potrò mostrare un volto ancora migliore. Oggi (sabato) ci ho provato e non ci sono riuscito, ma fa parte del gioco. Il bronzo è comunque positivo, ma quello che voglio ai Giochi è l'oro. »

Per quanto riguarda le donne, solo Angèle Hug si è qualificata per la finale C1. Si è classificata sesta lì. Marjorie Delassus (12°) e Camille Castryck (37°) si sono fermate nella manche di qualificazione.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *