Nicolas Jarry giocherà la sua prima finale del Masters 1000 a Roma


Nicolas Jarry ha vinto alla fine della serata questo venerdì. Per la prima volta nella sua carriera, ha raggiunto la finale di un Masters 1000. Il 28enne cileno ha corso tutti i rischi per sconfiggere Tommy Paul (6-3, 6-7(3), 6-4) a Roma , dopo 2 ore e 44 minuti di gioco.

Una strategia vantaggiosa per scuotere l'americano (16° al mondo) messo in difficoltà dal suo gioco lungo, anche se in serata ha commesso più errori diretti dell'avversario. Nel primo atto, il suo diritto ha spinto Tommy Paul lontano dalla sua linea fino a fargli rompere il servizio (5-3). L'unico break del set, di cui ne ha approfittato al marcatore di Stefanos Tsitsipas nei quarti di finale, sereno al servizio per assicurarsi la vittoria del primo turno con due ace.

Debuttante a questo livello della competizione, Jarry non ha ceduto alla pressione all'inizio del secondo set continuando a giocare senza ritegno, ma questa volta non è stato altrettanto preciso, mentre l'americano si è adattato a rispondere le sue prime palle nel miglior modo possibile. Consecutivamente, si gioca il secondo set al tie-break. Solido in difesa, Paul ha approfittato dell'eccitazione del suo avversario in questo momento decisivo per tornare al set ovunque.

READ  Slovacchia e Georgia vincono l'ultima partita prima degli Europei

Un'ultima partita irrespirabile

Con sicurezza, Tommy Paul ha preso il sopravvento, applicandosi alle risposte per regalarsi un break point sul 2-2. Ma il cileno ha resistito. Il 24esimo al mondo non ha perso la lucidità nonostante l'evidente stanchezza sul volto. E si è ripreso per realizzare il contropiede (4-2) prima di confermare la sua rimessa in gioco beneficiando di un po' di fortuna, come un tiro al volo poco accademico a rete, che è finito in corsa sorprendendo il suo avversario.

Dopo quattro match point mancati, ha salvato due break point grazie al suo dritto devastante. Una partita durata più di 12 minuti prima che Jarry si concedesse un'ultima occasione per sognare una finale, salvo poi concludersi con un errore dell'americano. A 28 anni ha giocato il miglior tennis della sua carriera unirsi al tedesco Alexander Zverev (5°), vincitore a Roma nel 2017, nella finale domenica, al Foro Italico, alle 17.00.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *