Nicolas Jarry, qualificato per le semifinali del Masters 1000 di Roma: “Unreal for Chile”


« Come spieghi il tuo successo contro Stefanos Tsitsipas ?
Ho sempre saputo che la partita era molto equilibrata. Non era superiore a me. Stavo giocando un buon tennis, quindi ho dovuto continuare a « lavorare » per tutta la partita e ad aspettare le opportunità, cercando di coglierle quando arrivavano. Questo è quello che ho fatto.

Hai salvato molti break point nei momenti chiave (11 su 13 in totale)…
Soprattutto non avevo giocato bene prima di queste palle break. Ma quando ho dovuto pararli ho giocato aggressivo, ho fatto la mia partita, sono stato molto convincente giocando ogni tiro senza dubbi. Ed è così che devo giocare tutto il tempo. Mi ha dato una buona energia.

In campo hai detto che ti sei divertito durante le partite qui. Vuol dire che non l'hai preso prima?
Sento che non mi diverto molto quando sono sul campo da tennis perché voglio vincere (sorriso). Lì cerco di mettermi meno pressione, di lottare, ma senza troppa pressione. In questo modo posso concentrarmi un po’ meno su me stesso e più su tutto il resto. E questo mi aiuta a essere un po’ più rilassato e a giocare meglio.

READ  La Spagna si qualifica ai Mondiali 2025 con una vittoria schiacciante contro la Serbia

Con Alessandro Tabilo, siete due cileni che gareggiano in semifinale. Ti sembra irreale oppure no?
Penso che sia abbastanza irreale per il Cile. Siamo un Paese molto piccolo che ha già avuto molto successo nel tennis. Lì potrebbe essere stata un po' di fortuna. Avere due giocatori nelle semifinali del Masters 1000 è un grande evento per noi. Spero che tutti possano godersi questo momento. E penso che arriveranno altri tempi. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *