Novak Djokovic batte Yannick Hanfmann a Ginevra e si qualifica ai quarti



Ci vorrà sicuramente di più perché Novak Djokovic si tranquillizzi, ma mercoledì il serbo ha fornito gli elementi essenziali per il suo ingresso in corsa a Ginevra. Grazie alla vittoria in due set contro Yannick Hanfmann (6-3, 6-3), giocherà almeno una seconda partita sulle rive del Lago di Ginevra. Ed è questo che è venuto a cercare pochi giorni prima del lancio del Roland-Garros: gioco, ritmo, competizione. Nel turno successivo affronterà la vincente del match tra Denis Shapovalov e Tallon Griekspoor.

Il punteggio racconta di una vittoria tranquilla per il numero 1 del mondo. Ma il duello è stato molto più serrato di quanto suggerisca. Circa quindici minuti prima di concludere l'incontro con diversi dritti violenti, Djokovic ha dovuto parare una palla dello 0-4 che avrebbe potuto cambiare completamente la natura della partita. E lui stesso ha stimato  » fortunato «  essere riusciti a concludere il primo set senza danni.

La partita è stata interrotta per quasi un'ora dalla pioggia

Sul 5-3 e al servizio di questo primo atto, “Nole” ha dovuto salvare cinque palle break, aiutato da un tedesco che non sanguinava abbastanza facendo tremare una delle leggende del suo sport. La sottigliezza è che la pioggia ha interrotto questo gioco per quasi un'ora. Rientrati in campo sul 40-40, i due uomini non hanno effettuato un giro di riscaldamento. Hanfmann ha ottenuto un altro break point ma ha perso ancora una volta la sua occasione quando Djokovic ha afferrato il suo sul set point.

READ  Rafael Nadal si qualifica dolorante per il 2° turno del Masters 1000 di Roma

Il serbo, preso in prestito o addirittura sbilanciato su certi colpi, non è riuscito a liberarsi alle spalle. Ha continuato ad abusare dei drop shot e ha perso il servizio rilasciandone uno su un break point. Sul 2-0 di inizio set Hanfmann ha giocato alcuni punti senza lottare e alla fine, quando è stato messo alle strette, molto vicino al vantaggio 4-0, ha reagito. Ha concatenato sei partite di fila e ha trovato più lunghezza e pesantezza in alcuni dei suoi tiri. Ma ne avrà sicuramente bisogno ancora di più se vuole continuare a sorridere durante questa settimana a Ginevra.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *