Novak Djokovic dopo la vittoria nel 1° turno di Wimbledon: “Non avrei potuto sognare un inizio migliore”



“Una vittoria del genere deve rassicurarti dopo la tua operazione al ginocchio
È vero. La settimana di allenamento, come dicevo prima, è andata molto bene. Ovviamente, una partita ufficiale sul campo centrale è completamente diversa. Non sapevo come mi sarei sentito in campo e come avrebbe reagito il mio ginocchio. E sono molto contento delle mie sensazioni, del mio gioco, dei miei movimenti. Per essere la prima partita non avrei potuto sognare un inizio migliore. Non ho sentito alcun dolore. Questa è una buona cosa. Ho iniziato con un po’ più di cautela, direi.

Non ho provato alcuni tiri al 100% quando si trattava di palle decentrate nel primo set. Ho giocato quanto basta per prendere confidenza. Sentivo che man mano che la partita andava avanti mi muovevo meglio. Quando l’ho rotto nel secondo set, sono scivolato. Per me è stata la prima diapositiva della stagione sull’erba! Quindi è stata una buona prova. Mi sono sentito sollevato di averlo fatto perché si è mentalmente riluttanti a fare questi movimenti estremi. Ma sapere che posso farcela è ovviamente molto confortante.

« Non ci è mai piaciuto giocare contro gli inglesi a Wimbledon… Ma non vedo l’ora »

Novak Djokovic, al secondo turno contro Jacob Fearnley

READ  Il profilo della 18a tappa del Giro 2024 tra Fiera di Primiero e Padova

Con la politica tutta bianca a Wimbledon, eri preoccupato per il colore grigio della tua ginocchiera?
(Lui sorride)
Ho controllato. Ho incontrato un funzionario poco prima di entrare in campo, che mi ha dato il via libera. Avevamo verificato nei giorni precedenti se avevamo l’autorizzazione. Ma stiamo cercando di trovarne uno bianco, credimi. Mi piace essere tutto bianco e mi piace seguire le regole.

Nel turno successivo affronterai Jacob Fearnley, un giocatore britannico…
Non l’ho visto giocare. Non so molto di lui. Quindi dovrò fare i compiti. In quanto britannico, avrà il sostegno pubblico. Non ci è mai piaciuto giocare contro gli inglesi a Wimbledon… Ma non vedo l’ora. Per me l’importante è mantenere quelle belle sensazioni in campo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *