Nuovo miracolo per restare imbattuto e finale di Europa League per il Bayer Leverkusen



La partita: 2-2

Il Bayer Leverkusen è letteralmente invincibile. Ancora una volta il fuoriclasse tedesco se l'è cavata negli istanti finali, quando i più non ci credevano più. Sotto 2-0 nel corso della partita, la squadra di Xabi Alonso è riuscita a pareggiare negli ultimi secondi e ad estendere la propria striscia di imbattibilità a 49. E può ancora vantare uno storico triplete Campionato-Coppa-Coppa dei Campioni imbattuto.

Tuttavia, all'82', la vicenda sembra iniziare male. Il Leverkusen era sotto 2-0, contro il corso del gioco e dopo due rigori evitabili (vedi sotto). I tedeschi hanno avuto l'opportunità di passare in vantaggio, poi rimontare, ma hanno mancato di precisione o sono incappati in un grande Mile Svilar (12 parate). Ma non si sono fatti prendere dal panico e sono rimasti stoici, fedeli ai principi che li hanno portati ai vertici della scena europea per nove mesi.

32

Il Bayer Leverkusen ha tentato la fortuna 32 volte ma ha mancato di precisione, con solo 13 tiri in porta.

Un primo colpo del destino premiò la loro combattività. Molto imbarazzato dopo aver ricevuto la palla in faccia, Gianluca Mancini è crollato quando ha visto che quest'ultimo aveva fallito nella propria rete (1-2, 82esimo). Con un gol alle spalle, il Leverkusen si è qualificato ma non ha rinunciato alla ricerca del record. I compagni di squadra di Florian Wirtz, entrati alla fine della partita, hanno continuato ad attaccare e sono stati premiati all'ultimo secondo. Dopo un gancio sublime, Josip Stanisic ha concluso la sua sequenza con un tiro nella rete opposta (2-2, 90° + 7). E il 14esimo gol stagionale del Bayer nei minuti di recupero permette di festeggiare degnamente una qualificazione che fino ad allora offriva il sapore di un lavoro in sospeso.

READ  "È imbarazzante, è difficile, ma non mi arrendo": Joel Embiid, salvatore dei Sixers colpito da paralisi facciale

Il fatto: due rigori evitabili subiti

Insediatosi silenziosamente nell'accampamento romano, Jonathan Tah mise in difficoltà il suo popolo senza motivo. Su un cross innocuo, il difensore centrale ha circondato Sardar Azmoun, sebbene lontano dalla palla, e ha concesso un indiscutibile primo rigore (43esimo). La seconda è più controversa, con una mano fischiata discutibile contro Adam Hlozek (66esimo). Leandro Paredes non si è lasciato infastidire da questo dibattito e ha trasformato con calma i suoi due tentativi di far sognare il Lupo. Invano.

Il Leverkusen incontrerà l'Atalanta Bergamo, assassino dell'OM nell'altra semifinale, il 22 maggio a Dublino per la finale.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *