Obradovic (Monaco), dopo la sconfitta contro il Fenerbahçe: “Abbiamo dato loro fiducia”



Sasa Obradovic (allenatore del Monaco, dopo gara 3 persa contro il Fenerbahçe, 89-78): “Abbiamo avuto l’opportunità di cambiare più volte questa partita. Non li abbiamo sequestrati. Alcuni palloni persi ci hanno fatto male, ci è mancata concentrazione… Dovremo fare meglio in difesa individualmente. Dobbiamo essere più consapevoli delle qualità individuali dei giocatori del Fenerbahçe. Abbiamo dato loro fiducia e troppe situazioni, che si trattasse di penetrazioni o tiri fuori dallo schermo di giocatori come Scottie Wilbekin o Tyler Dorsey. Siamo preparati, certo, ma queste cose fanno parte dei big match.

Il nostro piccolo indirizzo in 3 punti? Non ho niente da dire quando si tratta di una ripresa aperta. Abbiamo tiratori, ma non sempre regolari. Per quanto riguarda l'infortunio di John Brown, continueremo a monitorare la situazione giorno per giorno. Sappiamo quanto sia importante nel nostro sistema difensivo, che può fermare gli avversari. Non so se con lui avremmo vinto, ma sicuramente avremmo difeso meglio, soprattutto sulla palla piccola. Il fatto che Mike James non abbia trovato l'innesco è qualcosa che dobbiamo considerare nel complesso. La squadra non è solo Mike. Anche Elie (Okobo) deve fare molto meglio di stasera (2 punti, 1 rimbalzo in 18 minuti). E gli altri. »

Sarunas Jasikevicius (allenatore del Fenerbahçe) : “Congratulazioni ai miei giocatori e ai tifosi sugli spalti per questa vittoria. Questa serie è così, è una lotta ad ogni round. E come sempre, ancora una volta, i dettagli hanno deciso le sorti della partita. Un rimbalzo qui, una palla persa o una decisione sbagliata là. Devi rimanere molto concentrato. Il Monaco è una squadra molto forte e ci aspettiamo di vedere la versione migliore di loro venerdì. Dovremo essere ancora migliori. John Motley? Sta facendo progressi e potrebbe rientrare venerdì, è molto vicino. »

READ  Colpito alla coscia destra, Endrick preoccupa a poche settimane dalla Copa America



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *