“Ogni giorno è bello quando vinciamo”: Emmanuel Hubert è al settimo cielo dopo la vittoria di Kévin Vauquelin al Tour de France



“Aspettavi questa vittoria dal 2014, data del primo Tour della tua squadra. È questa una liberazione?
Da qualche parte, è il Santo Graal. Quello che è certo è che non cambierà nulla nello spirito della squadra. La nostra azienda ha 149 dipendenti. Oggi è una ricompensa per tutte queste persone e per i nostri partner. Il mondo intero ha visto vincere la squadra di Arkéa-B&B Hôtels.

E Kévin Vauquelin ha assunto una nuova dimensione.
Costruisce a modo suo, ma per ottenere qualcosa di grande, dovrà spuntare qualche casella in più. E abbiamo ancora i mezzi per farlo progredire. Ho fiducia in lui, so che adesso non girerà la testa. Naturalmente avrà delle richieste. Quello che è certo è che per esistere a questo livello servono ancora più soldi, più risorse, già per mantenere le crocchette che ho in casa.

Che lo sia (Ewen) Costiou, i Vauquelin, i (Raul) Garcia, abbiamo futuri grandi corridori. Ma a volte mi dico anche: “Dobbiamo cambiare il camion, come faremo?” Abbiamo già una squadra molto buona, molto grande. Ma gli Emirati Arabi Uniti non si pongono le stesse domande quando devono cambiare camion.

In una squadra come UAE o INEOS, forse farebbe il Tour de France, ma sicuramente non avrebbe avuto il tempo di scappare oggi, sicuramente non avrebbe avuto l’aura, la fiducia che gli diamo. Forse tra due, tre o quattro anni andrà in queste squadre, perché avrà un nuovo status e magari sarà anche leader.

È questo il giorno più felice della tua vita da manager?
Ogni giorno è bello quando vinci. Abbiamo una squadra molto buona e dobbiamo vivere appieno questo momento. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *