Olivier Krumbholz, tecnico dei Bleues dopo il successo contro la Norvegia: “La squadra francese c’è ancora”



« Qual è la tua sensazione? dopo questo successo (25-19) contro i norvegesidue giorni dopo la sculacciata presa dallo stesso avversario (22-34), sempre a Pau?
Sono molto soddisfatto, le ragazze si sono divertite e hanno reso felici anche noi. Hanno disputato una grande partita con molta intensità. Buono il ritorno in gabbia di Laura Glauser (la numero 1 era rimasta in tribuna giovedì) (12 parate su 30 tiri), ma è stata tutta la difesa a fare un’ottima partita.

La Francia, soprattutto in difesa, è stata più aggressiva…
Sì, le ragazze erano molto più aggressive, abbiamo causato loro molti problemi. L’attacco avrà luogo, poco a poco. Ma troviamo soluzioni nell’attacco rapido, anche negli scontri rapidi, il che dimostra che possiamo riuscire a sopraffare questa squadra. In termini di atteggiamenti, siamo riusciti a ribaltare la situazione. I norvegesi erano passati in vantaggio due giorni fa, li abbiamo soffocati questa sera (sabato), in una grande rissa. Potremo fare una pausa con tranquillità (riposo fino a giovedì prossimo), certo che sarebbe stato più complicato se avessimo espresso una prestazione come quella di due giorni fa. Forse avevamo bisogno che questo tipo di incidenti ci avvisassero. Ma la squadra francese c’è ancora, le ragazze potranno prendersi qualche giorno di riposo prima di ritrovarsi la prossima settimana a Rennes per provare a dimostrare di aver fatto ulteriori progressi contro l’Angola (in amichevole il 13 luglio al Cesson). »

READ  L'Olanda con il trio Depay-Gakpo-Bergwijn contro la Turchia nei quarti di Euro 2024

Pauletta Foppa (pivot): “Giovedì ci è mancato tutto, nessuna connessione, nessun sorriso, nessun legame tra di noi. Stasera è stato completamente diverso. E quando gli atteggiamenti ci sono, in difesa, lo si sente subito. Ci sono momenti in cui è bello vedere che l’avversario non riesce a trovare una soluzione. Sappiamo che ai Giochi saremo la squadra da battere, sappiamo che la Norvegia si arrabbierà perché l’abbiamo battuta nella finale del Mondiale 2021 (31-28). La sconfitta di giovedì ce lo ha ricordato. Forse se avessimo vinto non saremmo stati così allertati. »

Tamara Horacek (semi-centro): “Per noi era importante mostrare un altro volto, soprattutto in difesa. Dire che la sconfitta di giovedì non ci ha dato dubbi sarebbe mentire. Ç’a été quand même une remise en question : qu’est-ce qu’on vaut à l’instant T, se dire qu’on n’a pas mis toute l’énergie nécessaire jeudi, là on l’a mise ce sera. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *