Oteiza, Clouvel e Prades si sono qualificati per le Olimpiadi del 2024 al termine dei Campionati del Mondo



Avevano programmato di condividere una stanza. Non è però sicuro che Élodie Clouvel e Valentin Belaud, che hanno già condiviso insieme i Giochi di Rio e di Tokyo, si riuniranno al villaggio olimpico di Parigi 2024 se la vicecampionessa olimpica di Rio le avrà assicurato la qualificazione, proprio come Marie Oteiza , è un po' più complicato per i ragazzi. « Niente è deciso, assicura il DTN Christian Roudaut, mercoledì faremo una riunione, la lista della federazione internazionale dovrebbe permetterci di scegliere tra quattro nomi, abbiamo dei risultati su cui basarci. »

Valentin Prades, numero sette del mondo, è tranquillo. Si è piazzato al primo posto di una classifica interna nazionale che lo qualifica senza discussioni. La settimana scorsa era stato esentato dal lungo viaggio a Zhengzhou, teatro dei Campionati del Mondo. Quattro atleti si sono dati da fare. Christophe Patte, infortunato al polpaccio, è stato eliminato prematuramente, Pierre Desjardins, vincitore della Coppa del Mondo di quest'anno a Sofia, è arrivato solo 24esimo. Jean-Philippe Mourcia, infine 11° e Valentin Belaud 13° non sono riusciti a mostrare la realtà del loro potenziale. Più che mai l'incostanza dei cavalli – estratti a sorte – lanciava le carte a casaccio. “Non erano viziati ma non erano gli unici, commenta il DTN, Questo è l'esempio che conferma che le cose dovevano cambiare. »

READ  La squadra femminile francese ha travolto la Spagna nelle semifinali degli Europei U17

Dopo Parigi, l'equitazione sarà sostituita da un percorso acrobatico. I cavalli dei due francesi rifiutarono un ostacolo. È stato l'inizio di un viaggio difficile per Belaud, ex campione del mondo, che ha lasciato cadere diverse battute finendo fuori tempo. I due francesi furono condannati a fare numero. Mourcia, 7° al mondo e campione di Francia, e Belaud, 21° al mondo, sono in esonero. Non sono sicuro che l'esperienza del secondo basti a vincere la decisione dei selezionatori.

Lunedì mattina, in una riunione degli allenatori, appena scesi dall'aereo, si è scelto di non sollevare l'argomento affinché la serenità presiedesse ai dibattiti di mercoledì. “Ognuno avrà i suoi argomenti”, riassume Roudaut. I commentatori delle corse ippiche hanno l'abitudine di dire, durante gli arrivi, che era deciso “per un naso. » Potrebbe anche essere così.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *