Paris 92 fa la sua rivoluzione nella Butagaz Energie League



Il Paris 92 tornerà in Coppa dei Campioni la prossima stagione dopo un anno di assenza, ma non è sicuro che gli avversari riconoscano il volto delle “Leonesse”. Il club con sede a Issy-les-Moulineaux (Hauts-de-Seine) quest'estate cambierà tutto in termini di personale, staff e persino presidenza. Questo venerdì ufficializza la partenza di Jean-Marie Sifre, il suo capo emblematico dal 2009, che sarà sostituito da Pierre-Louis Amate.

Figura della pallamano femminile, di cui ha presieduto a lungo l'Unione dei Club, Sifre resterà al Paris 92 come vicepresidente. “Tutti questi anni sono stati ricchi di emozioni e ora voglio fare un passo indietro sostenendo la nuova squadra che si è costituita. Sono molto orgoglioso dei progressi compiuti dal club dal 2009”dichiara il direttore.

Sotto la sua guida, il Paris 92 (che fino al 2018 si chiamava Issy-Paris), si è affermato come uno dei migliori club di Francia con grandi giocatori come Stine Oftedal, Amélie Goudjo e Laura Flippes. Ha vinto l'ormai defunta Coupe de la Ligue (2013) e ha perso numerose finali di Campionato (3), Coupe de France (3) e Coppa dei Campioni (Coupe des Coupes 2013, Challenge Cup 2014).

Amate, ex giocatore professionista di pallamano candidato alla presidenza

Il nuovo uomo forte del Paris 92 è un ex giocatore di pallamano di alto livello: Pierre-Louis Amate (39 anni) è stato centrocampista dell'Aix per dieci anni in D2 poi in D1 prima di chiudere la carriera a Istres nel 2013, ed è oggi è il manager di una società di gestione del rischio CSR, un impegno che desidera incarnare anche attraverso il club. Sarà accompagnato da un nuovo direttore generale, Pierre Pradeau.

READ  La Francia domina la Repubblica Ceca in una partita di preparazione

La partenza dell'allenatore Yacine Messaoudi, in carica da cinque anni, è stato annunciato diversi mesi fa, così come il nome del suo successore, l'ex ala destra campione del mondo 2001 Stéphane Plantin. Parte anche il capo del centro di formazione, Adrien Débonnière.

Mercoledì Messaoudi è stato premiato dopo la partita contro il Metz (25-40), in compagnia dei giocatori che voleranno via quest'estate. Tra loro, diversi pilastri del gruppo, in particolare i due campioni del mondo francesi, l'emblematico terzino sinistro Déborah Lassource (Dortmund, Germania) e il centrocampista Méline Nocandy (Brest), così come il terzino sinistro croato Camila Micijevic (Craiova, Romania) e l'ala sinistra Alice Mazens (Ajax Copenhagen, Danimarca). Sono state annunciate tre reclute: la rientrante Soukeïna Sagna (Plan-de-Cuques), Laugane Pina (Chambray) ed Elisa Técher (Brest).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *