Per evitare la guerra in Ucraina, le aquile urlanti cambiano la loro migrazione


I conflitti geopolitici non causano solo perdite umane: colpiscono anche la fauna selvatica, sconvolgendo gli ecosistemi e mettendo in pericolo molte specie già vulnerabili. La guerra in Ucraina sarebbe solo un esempio tra gli altri, minacciando gravemente la migrazione delle aquile urlanti, questi vulnerabili rapaci.

L'aquila urlante, una specie di rapace in via di estinzione

L'aquila urlante (Clan del clan) è un specie di rapace diurno appartenente alla famiglia Accipitridae, che nidifica e si riproduce dalla Polonia all’Asia. Con il becco adunco, gli artigli affilati e il piumaggio scuro con riflessi ramati, viene spesso confuso con il rapace figlio cugino l'aigle pomarin.

Come gli altri rapaci, la dieta dell'aquila urlante è costituito da piccoli mammiferi (ratti, arvicole, criceti selvatici, talpe, ecc.), uccelli, pesci e anfibi, anche cadaveri di animali quando fonti di cibo stanno diventando rari.

È grazie ad a tecnica di caccia ben messo insieme che l'aquila urlante riesce a fare variare la dieta : questo piomba sulla sua preda per a posto di vedetta solitamente situato sul bordo di uno specchio d'acqua o in un'area aperta. A meno che non decida di dedicarsi allo studio planare esplorare i dintorni in cerca di cibo, catturando talvolta uccellini che non hanno imparato a volare.

clanga urlante aquila appollaiata sul ramo di un albero rapace
Crediti: Sourabh Bharti/iStock

Comportamento migratorio

Uccelli migratorio per eccellenza, le aquile urlanti lasciano il loro zone di riproduzione dal mese di settembre e fino alla fine di ottobre dirigersi verso ilEgitto, IL Turchia, ioIn effetti, ioIraq e il Cinese. Tuttavia alcuni esemplari sembrano essere sedentari, visibili nel Europa del Sud et attorno al bacino del Mediterraneo.

READ  i casi esplodono tra gli under 50

Stato attuale della specie

Sul territorio francesevia di passaggio migratorio eccezionale, l'aquila reale beneficia di una protezione totale dal decreto ministeriale del 1981 in relazione a uccelli protetti. Ma il suo status protetto non è sempre sufficiente per la sua conservazione. Secondo Lista rossa IUCN relativa all'Unione Europeail rapace è considerato una specie in in pericolo critico (e vulnerabili nel resto del mondo).

Perché un simile soprannome?

Se l'aquila clangore clangore viene descritto come « sgargiante », è per questo motivo cri distintivo consiste in suoni acuti e striduli, simili a urla o sibili. Il rapace infatti emette chiamate penetranti che può estendersi per diversi chilometri.

L'impatto della guerra in Ucraina sull'aquila urlante

Ogni anno, le aquile urlanti lasciano il loro zone di svernamento versare ritorno nelle zone di riproduzione situato nel sud della Bielorussia. Durando circa una settimana, questa migrazione porta i rapaci sorvolare l'Ucrainain guerra dalla fine del mese di FEBBRAIO 2022.

Di fronte a questi conflitti, gli uccelli furono costretti a farlo modificare la propria traiettoria migratoria per evitare conflittiportando a deviazioni significative e aumentando il loro incrocio di più di 70 chilometri in media.

Inoltre ulteriori distanze da percorrere, le aquile urlanti hanno dovuto ridurre le soste necessarie al riposo e alla ricerca di cibo e acqua. Secondo i ricercatori, questo assenza di scale potrebbe influenzare la condizione fisica e successo riproduttivo degli uccelli.

A lungo termine, questi cambiamenti nelle abitudini migratorie potrebbero avere ripercussioni sulle popolazioni di aquile urlanti, già vulnerabili: ritardi nelle zone di riproduzione non sono immuni dal causare la desincronizzazione con la disponibilità delle prede, influenzando così la capacità dei rapaci di riprodursi.

READ  La Voyager 1 riprende a inviare dati scientifici sulla Terra
rapaci migratori che urlano aquile albero
Crediti: Arnav Pratap Singh/iStock





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *