Philippe Ausseur, presidente della LNB: “La casa sta bruciando a Limoges”



Convocati questo martedì davanti al DNCCG, i dirigenti del CSP di Limoges non hanno convinto la guardia di finanza della fattibilità del loro progetto. Il club, 11 volte campione di Francia, dunque è stato retrocesso ai dilettanti.

Sul set del canale L'Équipe, il presidente della Lega Nazionale di Pallacanestro (LNB), Philippe Ausseur, ha chiesto “una consapevolezza del proprietario”Céline Forte, e ha affermato “l’arrivo di capitali o sponsor” per salvare il club.

Filippo Ausseur : “Ci sono diverse soluzioni per uscire dalla crisi del CSP di Limoges. (Céline Forte, la proprietaria) ovviamente avrebbe potuto anche presentare un piano alternativo, sia attraverso una sponsorizzazione aggiuntiva, sia fornendo capitale stesso o, in seconda opzione, trovando acquirenti. Esiste quindi quello che noi chiamiamo il “dossier Peluhet”, dal nome del signor Lionel Peluhet, che è stato presentato al DNCCG. Il DNCCG era piuttosto convinto di questo progetto, ma il DNCG è indipendente e neutrale. Se ci fosse stato un progetto alternativo credibile, ovviamente lo avrebbe esaminato con tutta la gentilezza e la comprensione necessarie. Si scopre che quanto presentato questa mattina non ha convinto il DNCCG.

Penso che possano superare tutto questo. Gli otto giorni sono certamente un periodo breve ma che consente, in un dato momento, di arrivare ad una soluzione. Credo che se ci sarà una soluzione, essa avverrà innanzitutto attraverso la consapevolezza della titolare e di chi le sta intorno, che ormai non è più questione di procrastinare, non è più questione di avere, se me lo permettete, fantasie su potenziali investitori o sponsor. Ora abbiamo bisogno della realtà. Dobbiamo dimostrare che effettivamente ciò che può accadere accadrà nel senso positivo di fornire capitali, sponsor. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *