Più di 1.000 asteroidi scoperti nel sistema solare


Uno studio pubblicato di recente rivela una scoperta affascinante: più di 1.000 asteroidi precedentemente sconosciuti identificati nel sistema solare attraverso l’analisi degli archivi del telescopio spaziale Hubble. Questa scoperta è stata resa possibile grazie a una combinazione innovativa di intelligenza artificiale (AI) e contributi di scienziati cittadini.

Strisce rivelatrici

Il sistema solare è pieno di asteroidi, con più di 1,3 milioni di rocce spaziali già scoperto. La maggior parte di essi si trova nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove, ma probabilmente ce ne sono centinaia di migliaia, se non milioni, ancora da scoprire. Questi asteroidi rimanenti sono spesso dimensioni ridotte e luminosità estremamente bassail che rende la loro individuazione estremamente difficile.

Tuttavia, quando attraversano il campo visivo di alcuni telescopi durante un'esposizione prolungata, si crea il loro movimento striature che alla fine li rendono visibili. Queste strisce consentono poi agli astronomi di ottenere preziose informazioni sulle dimensioni e sulle orbite di questi asteroidi.

Sistema di asteroidi Hubble
Gli asteroidi appaiono come linee deboli nelle foto di Hubble a lunga esposizione quando il telescopio si muove rispetto al soggetto previsto dell'immagine. Crediti: NASA, ESA, PG Martín, J. DePasquale

1031 nuovi articoli confermati

Inoltre, dal 2019, più di 11.000 scienziati cittadini ha partecipato al progetto Hubble Asteroid Hunter (HAH). Il loro ruolo era quindi quello di esaminare le immagini provenienti dal telescopio Hubble alla ricerca di queste caratteristiche strisce lasciate dagli asteroidi in movimento. I risultati di questa analisi sono stati poi utilizzati addestrare l'intelligenza artificiale (AI) che è stato utilizzato per vagliare un'enorme quantità di immagini del telescopio Hubble scattate in un periodo di 19 anni.

Utilizzando l’intelligenza artificiale, i ricercatori sono stati quindi in grado di identificare un totale di 1.701 candidati asteroidi, inclusi 1.031 non erano mai stati osservati prima.

READ  il cocktail che ti mette a rischio di cancro

Pablo García-Martín, ricercatore presso l'Università Autonoma di Madrid, Spagna, e autore principale dello studio, ha espresso sorpresa per il gran numero di oggetti candidati scoperti. Questi asteroidi, sebbene scoperti casualmente, sembrano appartenere a un'unica popolazione all'interno della fascia degli asteroidi, il che li rende particolarmente preziosi per i ricercatori.

La capacità dell’intelligenza artificiale di rilevare queste rocce spaziali, anche quelle che prima erano invisibili agli esseri umani, dimostra il notevole potenziale delle nuove tecnologie nel campo dell’astronomia.

Questa scoperta apre naturalmente la strada a ricerche future che utilizzeranno metodi simili per esplorare i vasti archivi di dati astronomici disponibili. Evidenzia ulteriormente il ruolo essenziale della collaborazione tra scienziati professionisti e cittadini nell’esplorazione e nella comprensione del nostro universo.

Questo lavoro è importante perché determinare la distribuzione delle dimensioni degli asteroidi è essenziale per comprendere la storia delle collisioni e l’evoluzione del sistema solare interno.

I dettagli dello studio sono pubblicati sulla rivista Astronomia e Astrofisica.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *