Portia Woodman-Wickliffe si ritirerà dallo sport dopo le Olimpiadi di Parigi



Una leggenda del rugby neozelandese sta per ritirarsi. Portia Woodman-Wickliffe, una delle giocatrici più famose al mondo, ha annunciato lunedì che si ritirerà dall’impegno internazionale dopo il torneo olimpico a sette di Parigi.

« Dopo 12 anni incredibili rappresentando la Nuova Zelanda ai Sevens e XV, i prossimi Giochi Olimpici di Parigi saranno l’ultima volta che giocherò con la maglia nera »ha spiegato, citando un comunicato stampa della Federazione neozelandese di rugby.

L’ala 32enne, proveniente da una grande famiglia di internazionali – suo padre, Kawhena Woodman, e suo zio, Fred Woodman, giocavano per gli All Blacks – ha acquisito uno dei più grandi successi nel rugby femminile mondiale. Ha vinto in particolare la Coppa del mondo di rugby a sette con i Black Ferns nel 2013 e nel 2018, e la XV Coppa del mondo nel 2017 e nel 2022, nonché medaglie d’argento olimpiche (nel 2016 a Rio) e medaglie d’oro olimpiche (nel 2021 a Tokyo). .

“Il rugby mi ha dato più di una carriera”

“Il rugby mi ha dato più di una carriera, mi ha dato un secondo whanau (famiglia allargata in maori) con le mie sorelle, opportunità di scoprire il mondo e di vivere esperienze che non avrei mai fatto. Ci sarà un ultimo ballo con le mie sorelle a Parigi”ha detto.

Nel 2018, dopo una lunga convalescenza, si è rotta un tendine d’Achille e ha indossato di nuovo i ramponi, per aiutare il suo Paese a vincere l’oro olimpico a Tokyo. In seguito ha ammesso che questo infortunio le dava ancora debolezza al polpaccio.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *