Presto la fine degli impianti? Questo farmaco promette di far ricrescere i denti


Malattia parodontale, carie, traumi… Molti problemi possono portare al deterioramento o alla perdita completa dei denti. Tradizionalmente, i denti danneggiati o mancanti vengono sostituiti con soluzioni protesiche come protesi, ponti e impianti dentali che mirano a ripristinare la funzionalità e l'estetica del sorriso. Queste soluzioni però non riproducono completamente le caratteristiche dei denti naturali. Fortunatamente, protesi e impianti potrebbero presto diventare obsoleti in caso di perdita dei denti. La ricerca medica sta avanzando e i ricercatori giapponesi stanno lavorando ad un trattamento innovativo e rivoluzionario per la rigenerare e far ricrescere i denti persipermettendo così una ricostruzione dentale più naturale e duratura.

Medicina per far ricrescere i denti

Come riportato il 2 maggio 2024 dal quotidiano giapponese Il Mainichii ricercatori dell'Università di Osaka lavorano da diversi anni su a farmaci per la ricrescita dei denti. « Vogliamo fare qualcosa per aiutare coloro che soffrono di perdita dei denti o di denti mancanti. Anche se fino ad oggi non esiste alcun trattamento che offra una cura permanente, riteniamo che le aspettative delle persone riguardo alla crescita dei denti siano elevate », Stima Katsu Takahashi, uno dei principali ricercatori dietro questo lavoro. Aggiunge inoltre che “ speriamo che un giorno la medicina per la ricrescita dei denti diventi realtà una terza scelta accanto a protesi e impianti « . E secondo gli ultimi annunci di inizio maggio, i lavori sembrano comunque procedere sulla buona strada.

denti mancanti
Crediti: Soumen Hazra / iStock

Qui i ricercatori si sono infatti ispirati ai coccodrilli, agli alligatori o agli squali che possono vedere i loro denti rigenerarsi in età adulta in caso di perdita o usura eccessiva. Hanno quindi cercato di identificare il gene che impedisce la ricrescita dei denti negli esseri umani. Ciò ha permesso loro di sviluppare a anticorpo monoclonale che consentirà disabilitare la proteina che inibisce la crescita dei denti chiamata USAG-1.

READ  La NASA rafforza il razzo SLS per il suo programma Artemis

Diventa così possibile “ rigenerare i germi dei denti », spiega il dottor Christophe Lequart, dentista e portavoce dell'Unione francese per la salute orale, intervenuto per Informazioni sulla Francia. « Nelle gengive esiste il potenziale per una terza dentizione, è in preparazione, ma non è attivato, ma i ricercatori giapponesi si sono detti che potrebbero arrivarci con una terapia mirata », aggiunge Damien Mascret, medico e giornalista, per i media francesi.

Test sugli animali molto promettenti… e presto anche test sull'uomo

Finora il farmaco è stato testato solo su animali come topi o furetti. Il farmaco ha poi permesso di far crescere i cosiddetti denti “terziari” senza che si osservassero effetti collaterali importanti.

medicina per far ricrescere i denti
Questo dente è ricresciuto efficacemente in un topo con una malattia congenita. Crediti: Ospedale Kitano/Università di Osaka

La strada però è ancora lunga prima che il prodotto venga commercializzato. IL gli studi clinici sull’uomo inizieranno da settembre 2024 all'Ospedale Universitario di Kyoto per testare l'efficacia di questo trattamento. Il gruppo di ricerca prevede inizialmente di somministrarlo a trenta uomini adulti sani (di età compresa tra 30 e 64 anni), tutti con almeno un dente posteriore mancante. Successivamente verranno effettuati questi test fino ad agosto 2025.

Se questi studi andranno bene e la sicurezza del trattamento sarà confermata, gli scienziati intendono continuare il loro lavoro. Questa volta pianificheranno studi clinici su una popolazione più giovane: bambini dai due ai sette anni a cui mancano almeno quattro denti alla nascita. Cette seconde phase de tests visera ainsi à tester le médicament auprès de patients souffrant d'une insuffisance dentaire congénitale (ou agénésie dentaire, une pathologie qui touche 1 % de la population mondiale et peut se révéler handicapante aussi bien pour l'élocution que l' Alimentazione).

READ  Il più piccolo mammifero della storia visse 53 milioni di anni fa

Una volta pienamente convalidato, questo trattamento sarà riservato principalmente ai pazienti giovani affetti da agenesia dentale per consentire loro di avere una dentatura completa. I ricercatori però non escludono che ciò possa accadere diventino rapidamente accessibili a tutti, anche le persone che hanno perso i denti a causa di carie o incidenti. Là la commercializzazione potrebbe avvenire addirittura prima del 2030.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *